15-17 settembre: 3 giorni di storia e divertimento

Questo fine settimana gli eventi previsti sono molti e all’insegna della cultura e dello svago.
Partiamo subito da venerdì: alle 17,30 a palazzo Orsini di Bomarzo, per i venerdì a Palazzo Orsini “Bomarzo e la Teverina” e le giornate di archeologia, a cura del Dott. Giuseppe Catalani l’evento intitolato “I pozzi da butto del castello Baglioni Santacroce di Graffignano” la conferenza della dott.ssa Lavinia Piermartini.
Alle 17,30 un’altra conferenza tenuta dalla dottoressa Francesca Ceci a palazzo Papale di Viterbo “Il mondo antico in tecnicolor. I colori nella scultura antica” con ingresso libero.
Alle 18,00 appuntamento al Bullicame di Viterbo per il 4° episodio del nuovo ciclo di passeggiate Viterbo, la città delle donne “Beatrice e le altre” questa volta dal titolo “Francesca Pia Piccarda, peccatrici e pettatrici – Dante a Viterbo”, una curiosità: il vate citò nel suo Inferno lo scenario delle terme del Bullicame. In scena Laura Antonini nel ruolo di una “pettatrice” viterbese ai tempi in cui al Bulicame si portava a macerare la canapa. I costumi storici sono di Nicoletta Vicenzi, alle percussioni Roberto Pecci.

Alle 18,30 al Museo del Brigantaggio di Cellere, una presentazione davvero originale e tipica al tempo stesso del libro di Marco D’Aureli “Il fatterello è questo” storie e memorie contemporanee dal Museo del brigantaggio di Cellere con Vincenzo Padiglione e Pietro Tamburini. Il libro contiene la trascrizione di clip audiovisive sul tema della memoria contemporanea del brigantaggio maremmano, il patrimonio culturale locale. A seguire la presentazione della prima edizione della guida del museo in lingua inglese. Il museo celebra il suo decennale da venerdì 15 a domenica 17 con una rassegna ricca di eventi da consultare anche sul sito, www.comune.cellere.vt.it.

Sabato dalla mattina alle 10,30 l’appuntamento di fronte a Palazzo Giustiniani a Bassano Romano con Antico Presente, alla scoperta dell’arte e della natura del borgo rinascimentale e “Palazzo Giustiniani e la Faggeta”, la visita parte dall’antico Palazzo Giustiniani che domina il borgo che si è modificato nel suo assetto urbanistico nel XVII secolo quando fu acquistato dalla famiglia Giustiniani. Dopo il tour dell’edificio ci si sposterà in macchina alla faggeta per una passeggiata.
Nel pomeriggio alle 16,00 a Tarquinia appuntamento allo scavo di Gravisca, Tarquinia tra natura e archeologia con il prof. Lucio Fiorini, direttore scientifico dello scavo e docente di metodologia della ricerca archeologica. Alle 18,30 a Civita di Bagnoregio per la rassegna Civita Cinema l’incontro cinematografico con l’attore e regista Edoardo Leo. Al termine, la proiezione del suo ultimo film “Che vuoi che sia” con Anna Foglietta, Rocco Papaleo e Marina Massironi. L’ingresso è gratuito. La sera alle 21,00 (con una seconda replica alle 22,30) a Viterbo a Palazzo dei Papi, la società Archeaores e la compagnia teatrale Tetraedro presenta “Clausi cum clave” lo spettacolo teatrale che racconta la storia di Viterbo e dei Papi che hanno vissuto nella città. Il costo del biglietto è di 10 euro, i posti sono limitati. La prenotazione si può effettuare anche scrivendo una mail all’indirizzo comunicazione@archeoares.it

Altro grande evento imperdibile, il concerto a Sutri, alle 21,30 dei Nomadi per la loro seconda tappa del tour “La storia continua”. Tutti in Piazza del Comune per un concerto ad ingresso gratuito
Domenica si ritorna allo spazio dedicato alla cultura, alle 18,00 nella Sala degli Affreschi del Palazzo Comunale di Tarquinia, la conferenza “Tarquinia tra natura e archeologia” lo scavo della domus del Mitreo, tenuta dal professor Attilio Mastrocinque, direttore dello scavo. Ingresso libero.
Al Museo del brigantaggio di Cellere, alle 17,30 continuano le manifestazioni storiche con la passeggiata-racconto con versi, storie e racconti di cui sono protagonisti briganti e non solo. A seguire cena col brigante Pietro Benedetti, in arte Fioravanti nei locali della ex scuola di Cellere.
Alle 9,30 a Bassano in Teverina in piazza Nazzario Sauro l’escursione culturale “Tuscia da scoprire”. Il percorso archeo-naturalistico dal Belvedere giungerà fino alla fornace di Laterizi. Nel pomeriggio, alle 15.30, la visita alla torre dell’Orologio, il maestoso torrione del 1500 che nasconde il bellissimo campanile del 1200 della chiesa di Santa Maria dei Lumi. L’itinerario è stato proposto dal FAI Delegazione di Viterbo e dal Gruppo Archeologico Bassanese e coniuga le eccellenze della Tuscia tra arte, natura e gastronomia. Per partecipare occorre prenotarsi e portare con sé scarpe comode, la passeggiata infatti comprende ben 5 km.

Un’interessante escursione quella prevista alle 10,00 a Torre Alfina, una camminata alla scoperta del bosco del Sasseto dal titolo “A passeggio tra gli alberi secolari del Sasseto”. Il Bosco, noto anche come “Bosco delle Fate” ci trasporta con la sua magia in un luogo incantato: a passeggio tra rocce, tronchi, muschi e felci che attraversano il sito monumentale e raccontano la storia del borgo. Il bosco noto soprattutto per la sua altissima biodiversità rappresenta un documento storico legato alle vicende del Castello di Torre Alfina.

Giornata che volge al termine quella di domenica, per la 40esima edizione del Palio degli Arcieri a Orte. Alle 15 il grande corteo, con centinaia di figuranti in abiti storici che accompagnerà gli arcieri alla disputa del Palio, il cui inizio è previsto per le ore 17.
La proloco di Viterbo organizza, inoltre, una visita al Monastero di Santa Rosa nel cuore del centro storico alle 17,00. Qui si potrà visitare la bellissima mostra “Il Tesoro di Santa Rosa” sotto la guida di Vera Anelli, oltre alla Chiesa e all’urna, luoghi spesso chiusi al pubblico.
Per il settore gastronomico, una 3 giorni che si avvia alla conclusione dal 15 al 17 settembre dedicata alla quinta Sagra del Fagiolo Carne a Fabrica di Roma, prodotto tipico fabrichese. Durante la sagra sarà possibile assaporarlo in tantissimi modi: dall’antipasto del fagiolo, agli gnocchetti, piatto tipico fabrichese, ai fagioli e gamberi, dai fagioli co’ le cotiche a quelli con le salsicce.

Buon weekend a tutti!

Valentina Onori

Condividi:
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.