Andante e Rondò a Sipicciano

Con un successo dopo l’altro prosegue, sabato 25 novembre alle 21, a Sipicciano, Andante e Rondò, una kermesse musicale, un omaggio ai novant’anni dell’Amilcare Ponchielli, in collaborazione con la Fondazione Carivit, l’Università Agraria di Sipicciano, il Comune di Viterbo e di Graffignano, il comitato festeggiamenti San Bernardino e la Scuola Musicale Comunale di Viterbo.
Un delicato cadeaux a tutti gli amanti della buona musica.

Questo il mix di elementi che ha contribuito al tutto esaurito dei primi due appuntamenti e che si prospetta come un crescendo di consensi di pubblico e di critica, anche grazie alla suggestiva location che ospita le serate, la straordinaria Sala grande degli Affreschi del Palazzo Baronale di Sipicciano.

Il prossimo atteso concerto è in programma sabato 25 novembre alle 21.
Ad esibirsi il soprano Delia Surrat, il flautista Roberto Cilona ed il pianista Filippo Belloni.
Un trio d’eccezione per un momento musicale di altissimo livello.

A partire dal soprano Surratt che vanta una carriera costellata di successi nei maggiori teatri lirici d’Europa.
In Italia ha cantato alla Scala di Milano, al Regio di Torino, alla Fenice di Venezia, al Massimo di Palermo, al Regio di Parma ed al Petruzzelli di Bari e si è esibita per le radiotelevisioni nazionali di NBC (U.S.A.), RAI (Italia), ORTF (Francia), ZDF e SR (Germania), RTS (Svizzera), incidendo anche per Philips e Deutsche Grammophon.

Roberto Cilona, invece, dopo aver conseguito il diploma di flauto presso il Conservatorio di S. Cecilia ha studiato con i più grandi maestri europei, da Klemm a Graverini fino a Persichilli, Ancillotti, Gazzelloni e Marion intraprendendo un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero.
Con l’Orchestra Sinfonica della Rai di Roma ha effettuato incisioni e partecipazioni a festivals ed in qualità di solista ha tenuto un concerto alla presenza di sua Santità Giovanni Paolo II. E’, inoltre, ideatore di numerosi progetti internazionali, tra cui l’ultimo del 2009 con la Svezia: “Il Mangiare Invisibile”, che si è concretizzato con la realizzazione di una suite musicale per orchestra in occasione della visita ufficiale in Italia dei Reali di Svezia a Roma e successivamente presso il teatro dell’Opera con l’orchestra sinfonica del Nord nella città Svedese di Umea.

Filippo Belloni, diplomato in Pianoforte sin dal 1991, si è perfezionato con maestri del calibro di Aldo Ciccolini,Nazzareno Carusi,Pavel Egorov ,Mikhail Pethukov, Marcella Crudeli,vincendo nel contempo alcuni concorsi nazionali pianistici(Rieti,Pescara,Albenga,Brindisi) e partecipando a stagioni concertistiche sia italiane che straniere (Francia,Ucraina,USA), con ottimi consensi di pubblico e di critica.
Per informazioni FB: Andante e Rondò.

Condividi:
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.