Arriva l’estate agli Uffizi e per quattro mesi, al martedì, resteranno aperti anche di sera

Arriva l’estate agli Uffizi e per quattro mesi, al martedì, resteranno aperti anche di sera e offriranno ai visitatori una serie di spettacoli.

Dal 6 giugno al 26 settembre il museo degli Uffizi resterà aperto con orario continuato dalle 8.15 alle 21.50.

A partire da martedì 6 giugno inizia, infatti, la seconda edizione di #UffiziLive, l’iniziativa che mette gli spazi e le opere degli Uffizi in suggestivo dialogo con le arti dal vivo.

Musica, danza, teatro, performance e tanto altro ogni martedì a partire dalle ore 19.

Martedì 6 giugno aprirà la rassegna il duo musicale marchigiano Mazzoni-Riganelli con un concerto per sassofono e fisarmonica di musiche composte da autori marchigiani contemporanei, in omaggio alla mostra ”Facciamo presto! Marche 2016-2017. Tesori salvati, tesori da salvare”. Avviata come sfida l’anno passato, con grande successo, la rassegna nella seconda edizione offre un programma ricco ed eterogeneo per generi e linguaggi.

“Grande spazio sarà dedicato soprattutto ai giovani e alle idee giovani – si legge in una nota – Il museo si apre alla contemporaneità attraverso il dialogo tra le nuove forme espressive e l’antico: molti pure i progetti sperimentali, innovativi, di contaminazione fra generi espressivi fino anche all’utilizzo di suggestive tecnologie digitali, dal light design alle sperimentazioni elettroacustiche”.

Un approfondimento dal sito (http://www.uffizi.it):
“La Galleria occupa interamente il primo e secondo piano del grande edificio costruito tra il 1560 e il 1580 su progetto di Giorgio Vasari: è uno dei musei più famosi al mondo per le sue straordinarie collezioni di sculture antiche e di pitture (dal Medioevo all’età moderna). Le raccolte di dipinti del Trecento e del Rinascimento contengono alcuni capolavori assoluti dell’arte di tutti i tempi: basti ricordare i nomi di Giotto, Simone Martini, Piero della Francesca, Beato Angelico, Filippo Lippi, Botticelli, Mantegna, Correggio, Leonardo, Raffaello, Michelangelo Buonarroti, Caravaggio, oltre a capolavori della pittura europea, soprattutto tedesca, olandese e fiamminga”.

Condividi:
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.