Arte, cantori e folk nella Tuscia di inizio ottobre

Amici della Tuscia anche in questo fine settimana troviamo in zona interessanti svaghi e divertimenti per tutti i gusti. Partiamo da venerdì 29 settembre nella Biblioteca Comunale di Montefiascone alle ore 16.30, con la conferenza “Celebri cori del melodramma italiano” guida all’ascolto a cura del maestro Mario Nardi. Alle ore 17.00 nella Biblioteca di Palazzo Roberteschi di Orte, che raccoglie circa 3 mila volumi sulla storia del periodo medievale e rinascimentale in Italia e in Europa, in occasione delle Conferenze di Palazzo Roberteschi 2017, la conversazione “I segreti alchemici di Guidantonio notaio ortano (1501-1545)” curata dalla dott.ssa Nadia Proietti. L’ingresso è libero. Oggetto dell’incontro: l’alchimia che si espresse attraverso svariate discipline come la chimica, la fisica e l’astrologia e che ha lasciato molte tracce nella storia dell’arte, diventando anticipatrice di molte scienze e approcci conoscitivi in epoca antica. Durante la conferenza si verrà a conoscenza, anche, delle vicende di un notaio operante nella città di Orte. Alle 17,30 al Palazzo papale di Viterbo, altra interessante discussione del Dott. Luca Salvatelli intitolata “Frate Annio e i suoi falsi”. Dotato di una grande cultura umanistica ma anche di molta furbizia Giovanni Nanni, questo il suo vero nome, “Frate Annio” inventò le origini mitiche della città papale, rispolverando Noè, gli Egizi e aprendo un lavoro di riscoperta degli antichi etruschi. Un personaggio sui generis vissuto tra il ‘400 e il ‘500 che fu anche frate domenicano e attivo, come falsario, anche in altri campi: a Viterbo si conservano alcune sue falsificazioni epigrafiche. Per supportare le sue tesi produsse falso materiale archeologico, alcuni dei suoi lavori sono custoditi nel Museo Civico di piazza Crispi.

Alle 20,00 al Ristorante “La Vela” di Capodimonte, la cena di presentazione del nuovo prodotto editoriale online “larotta.it”. Durante la serata sarà illustrata la linea editoriale del nuovo giornale da tutta la redazione. Alle 21,30 alle Terme dei Papi di Viterbo per Cinema& Terme “Fraulein: una fiaba d’inverno”, l’incontro con la regista Caterina Carone e la proiezione successiva del film. Sarà possibile accedere alla piscina dalle 20.30 per godere del momento Lounge Music.

A Soriano nel Cimino, da venerdì la 50esima edizione della sagra delle castagne con  eventi di carattere storico-rievocativo delle quattro contrade nel paese. Sabato e domenica alla Riserva Naturale Saline di Tarquinia, un evento dedicato al birdwatching organizzato da BirdLife Europa. All’evento parteciperanno i Carabinieri forestali del Cutfaa, che apriranno alcune delle riserve naturali che gestiscono nel nostro Paese. La Riserva Naturale Saline di Tarquinia sarà aperta dalle ore 7,30 del mattino fino al tramonto con visite guidate finalizzate all’osservazione e al riconoscimento di decine di specie di uccelli. L’orario del primo incontro è alle 7.30 per appassionati mentre per le famiglie alle 9.30.

A Bagnoregio alle 16.00 sabato e domenica si terrà l’esposizione in anteprima internazionale alla Casa del Vento di due dipinti dei maestri del Rinascimento europeo, Piero della Francesca e Albrecht Dürer. L’opera del primo risale agli anni ’50/’60 del XV secolo e raffigura un giovane dignitario con berretto nero sul capo ritratto nel paesaggio collinoso della Valle del Metauro. Il secondo dipinto, eseguito a tempera su tela fine e fitta, senza mano di fondo è tratto da una incisione del 1498 di Albrecht Dürer dal titolo: “Il Mostro Marino” o anche “Ratto di Amimone”. L’opera è affascinante ed il suo significato controverso ed enigmatico.

Alle 15,00 a Tarquinia, appuntamento in piazza Barriera San Giusto 1 “Leopoli Cencelle”, la prof.ssa Francesca Romana Stasolla, direttore scientifico dello scavo, illustrerà le ultime novità dello scavo in corso nella città altomedievale. Alle 17,00 al Vicolo del Fede di Grotte di Castro, la conferenza “Il caso Moro: luci e ombre”. Sarà tenuta dal senatore Sergio Flamigni, membro delle Commissioni parlamentari di inchiesta sul Caso Moro, sulla Loggia P2 e Antimafia. L’ingresso è aperto a tutti e verranno toccati i nodi da sciogliere e le certezze finora accertate sul caso.

Sabato e domenica dalle 9 alle 20 la decima edizione del Mercatino del Vintage nella sala Alessandro IV del Palazzo dei Papi. L’ingresso sarà gratuito. Con più di trenta espositori provenienti da tutto il Centro Italia, i visitatori verranno trasportati in un viaggio nel passato dal ‘40 fino agli ultimi giorni degli anni ’70 con borse, foulard, abbigliamento dell’epoca, bijoux, occhiali.

Domenica alle 10,00 a San Martino al Cimino, in piazza Donna Olimpia l’appuntamento “Donna Olimpia, la Pimpaccia de piazza Navona” per Viterbo, la città delle donne. Donna di straordinaria forza interiore e intelligenza, seppe farsi largo in una società di dominata dal potere maschile e da suo linguaggio ferreo. Conduce Antonello Ricci, regia di Pietro Benedetti. In scena: Francesca Angeli nei panni di Donna Olimpia. La partecipazione è gratuita.

Dalle 10,00 e per tutto il giorno, a Norchia “La necropoli etrusca di Guado di Sferracavallo” con visite guidate secondo un percorso che dalla necropoli di Guado di Sferracavallo porterà alla visita delle Tombe Doriche e al Pile.

Alle 11,00 e alle 15,30 a Tarquinia “Tarquinia tra natura e archeologia”, la Dott.ssa Alessandra Sileoni, archeologa e Presidente della Società Tarquiniense d’Arte e Storia, accompagnerà i visitatori alla scoperta del tumulo di Poggio Gallinaro; mentre alle 18,00 nella sala degli Affreschi del Palazzo Comunale sempre di Tarquinia “Culti cristiani alla Civita di Tarquinia tra tardo antico e Medioevo” la conferenza della dott.ssa Beatrice Casocavallo, Archeologa e Assistente Tecnico della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti per l’area Metropolitana di Roma, la Provincia di Viterbo e l’Etruria Meridionale

Alle 15,00 a Oriolo Romano visita “Il Palazzo Altieri e il borgo ideale di Oriolo Romano”, il cui fulcro sarà il Palazzo Altieri che oltre all’architettura è decorato al suo interno con antichi arredi, importanti ritratti e affreschi che con emblemi e simboli, usati come veri e propri rebus avevano anche una funzione educativa e morale. Miti, leggende, favole, fatti dell’antico testamento, allegorie, messaggi, vedute del borgo accompagneranno il visitatore all’interno del percorso museale.

Arrivederci e buon weekend!

Condividi:
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.