Autunno in Tuscia, trekking e cultura

Iniziamo il weekend con le proposte dell’autunno nella Tuscia: venerdì 6 ottobre alle 16,30 a Palazzo Orsini di Bomarzo, in via Borghese n°10, l’Associazione Italiana di Cultura Classica, Delegazione di Viterbo “Raimondo Pesaresi” presenta “Tra Lazio ed Etruria: le necropoli rupestri” con il professor Adriano Maggiani dell’Università “Cà Foscari” di Venezia. Alle 17,00 nella Sala Regia del Palazzo Comunale di Viterbo, la presentazione del libro di Antonio Quattranni “Cesare Pinzi. Poesia giovanili (1860-1869)” nel primo centenario della morte, Annulli Editori. A parlare del grande archivista e bibliotecario viterbese, ci saranno anche Leonardo Michelini il Sindaco di Viterbo, Antonio Delli Iaconi l’assessore alla Cultura, Antonello Ricci il narratore e l’autore del libro.

Venerdì alle 18,00 al via a 3 giorni di festa per l’apertura del nuovo spazio Caffeina che terminerà alle 23,00 di domenica 8 ottobre. Si susseguiranno nel corso delle giornate una kermesse di artisti con letture, si discuterà di recitazione, canto, e anche diverse risate tra cui Chiara Gamberale, Aldo Cazzullo, Mario Incudine, Eleonora Gaggero, Gianluigi Nuzzi, David Riondino, Riccardo Rossi, Luca Verdone, Deborah Caprioglio e Gaetano Castelli. L’evento, gratuito, rispecchia la filosofia che ha sempre contraddistinto Caffeina e che caratterizzerà anche i nuovi spazi, pronti a ospitare incontri con autori, concerti e una stimolante stagione teatrale che verrà presentata durante l’inaugurazione insieme alla campagna abbonamenti.

Dal 6 all’8 ottobre a Civita di Bagnoregio la 5° edizione della festa delle cantine in un’atmosfera unica e suggestiva. Tre serate in cui prodotti tipici stagionali, dai funghi al tartufo, dal cinghiale alle castagne, diventeranno i protagonisti. Il tutto accompagnato da ottimi vini del territorio, musica dal vivo e musica. A fare da cornice all’evento, i meravigliosi vicoli, le piazze e le caratteristiche cantine del centro storico che saranno aperte dalle ore 18 in un percorso di degustazione possibile grazie all’acquisto di un biglietto unico.
Concludiamo gli eventi di venerdì con la serata nella Sala Boccarini a Piazza Augusto Vera 10 di Amelia, dalle 21,00 “Ciao Gastone” l’omaggio a Gastone Moschin e la proiezione del film “Signore e signori” di Pietro Germi, alla fine della quale interverrà lo scrittore Vincenzo Policreti.

Sabato 7 ottobre alle 9,30 al Palazzo papale di Viterbo, al Centro Diocesano di Documentazione per la storia e la cultura religiosa “ANCeSCAO” “La Grande Guerra oltre la Grande Guerra”, un ciclo di iniziative nel primo centenario del conflitto del 1915-1918. Si terrà l’inaugurazione della mostra di documenti raccolti dalle associazioni ANCeSCAO della provincia di Viterbo e in questa occasione si renderà onore ai caduti, ai dispersi e ai feriti. Interverrà il generale Tullio Del Sette comandante generale dell’Arma dei carabinieri, chiamato a inaugurare la mostra documentaria, allestita nella sala Alessandro IV, aperta fino al 28 ottobre, tutti i giorni, dalle ore 8 alle ore 13, con ingresso gratuito. Alle 9,30 all’Auditorium “Taborra” di Bagnoregio, “La parola che non muore” giunta alla terza edizione. La manifestazione fa parte della rete dei festival culturali del Centro Italia, insieme a Futura, La Festa di Scienza e di Filosofia di Foligno, Il borgo dei libri di Torrita di Siena, Anticontemporaneo di Cassino e Parole in cammino di Siena. Dalle ore 17.00 Mario MORCELLINI, con “Hate speech: come difendere la comunicazione”. A partire dalle ore 20:00 anche un concerto. La premiazione di questa terza edizione de La Parola che non muore è in programma sabato 7 ottobre, alle 17.15, con la partecipazione dello studioso di storia locale, Alvise Manni. Alle 16,30 al Giardino Baden-Powell di Civitacastellana “La fontana delle acque vergini” l’inaugurazione della mostra di Alessio Paternesi. Alessio Paternesi rende omaggio alla sua città fondendo passato e presente, arte ed impresa con un’opera dallo sguardo al linguaggio muto della metafisica. Il 7, 8, 14 e 15 ottobre 2017, l’ottava edizione di CioccoTuscia, il festival dei dolci sapori e dei frutti a guscio della Tuscia. Il programma inizia sabato alle 10.30 con l’apertura del Villaggio CioccoTuscia che chiuderà domenica 15 alle 19.00. Tra le varie esibizioni la scuola di cioccolateria per adulti e l’insegnamento delle varie tecniche del temperaggio; la produzione di praline, tavolette e cioccolatini vari; la lavorazione del cioccolato Sottozero; le basi della pasticceria moderna; la produzione di basi per la realizzazione di mousse, torte e semifreddi moderni al cioccolato e relative decorazioni.

Alle 18 di sabato nelle terme Salus l’evento di presentazione a Viterbo del 5° libro di Vladimir Luxuria “Il coraggio di essere una farfalla”.

Domenica 8 ottobre è invece all’insegna del trekking e delle camminate alla riscoperta della natura e della storia. Alle 8,30 ritrovo al parcheggio di Valle Faul di Viterbo, Archeotuscia organizza un’escursione al Morranaccio. Sono raccomandati scarponcini comodi da trekking e un abbigliamento adeguato. Alle 9,00 appuntamento al km 2,100 della SP 39 di Valle di Vico per “Il lago di Vico e l’Arcionello” trekking in compagnia del personale della riserva. Lungo il tragitto si parlerà di natura, geologia e storia, verranno illustrate le risorse ambientali e culturali del territorio e al termine per tornare alle auto ci si organizzerà sul posto con i mezzi messi a disposizione da alcuni partecipanti. Il pranzo è al sacco.

Alle 9,00 ritrovo a Piazzale Belvedere a Civita Castellana per la terza tappa del walk in Tuscia 2017 “Passeggiata nelle Forre”. Alla fine della camminata è possibile accedere all’area degustazione in stand attigui all’arrivo, le specialità saranno molte, dall’antipasto al dolce. Biglietto d’entrata 10 euro. Alle 10,00 al Museo della Preistoria della Tuscia a Valentano “Tra medico e stregone” dalle tavolette enigmatiche al leggendario set del film di Mario Monicelli una passeggiata racconto che si svilupperà a partire dalla sede del museo. Banda del racconto porterà in scena il grande mondo dell’archeologia facendolo entrare in relazione con un capitolo del cinema neorealista alla base della nostra cultura cinematografica.

Alle 14,30 a Civita Castellana visita guidata nella città, terra dei Falisci, popolo italico di notevole civiltà, di Papi e di grandi artigiani. Un luogo unico da visitare tra memorie affascinanti e leggende.

Buona camminata!

Condividi:
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.