Mostre personali, rievocazioni storiche e leggende di Monterano

Questa settimana Buongiorno Tuscia offre molte novità ai suoi ascoltatori: un piccolo speciale dedicato alle mostre personali a Roma, escursioni estive nel Lazio e leggende arroccate nel cuore della provincia, precisamente a Monterano, con il suo ponte del diavolo e i ruderi che testimoniano una civiltà ormai perduta, per motivi che scopriremo insieme nel corso della puntata.

Largo spazio all’enogastronomia con il festival dello street food a Latina per tutti gli amanti del cibo da strada. Ma iniziamo con la Capitale ed “Eden, Pianeti Lontani, mostra personale di Marcello Lo Giudice” che dal 12/05/2017 al 12/06/2017  verrà esposta al Maxxi. Cosa si intende per mostra personale? Si tratta di un’esposizione dedicata esclusivamente all’artista e in questo caso Lo Giudice, geologo e artista eclettico poterà all’attenzione dei visitatori due sue opere recenti e complesse: i dipinti della serie Eden, che richiamano l’episodio biblico della creazione e il Cantico, scultura realizzata con 7000 api in oro. Le piccole api, operose e apparentemente insignificanti, testimoniano come nel più piccolo degli insetti sia racchiuso il destino dell’ecosistema che le api aiutano a preservare.

Altra personale della settimana quella di Thomas Lombardi in arte Thomas Borrely, artista romana di 25 anni che esporrà le sue opere al Chiostro del Bramante a partire dal 28 maggio fino a giugno inoltrato. Un viaggio nella modernità delle sue illustrazioni per una prospettiva artistica inedita ed innovativa.

Dalla contemporaneità alla tradizione popolare con due feste e rievocazioni storiche uniche nel loro genere: le Torce di Sonnino (LT) e la festa patronale di Sora, entrambe in programma il 27-28 maggio. Le Torce sono un’antica tradizione che mescola la paganità alla liturgia cristiana per dare vita a un evento unico e irripetibile. Un percorso di 30 km che si snoda sui monti intorno a Sonnino e si conclude dopo 15 ore di camminata, che ha lo scopo di riaffermare la sovranità sul territorio e rendere omaggio alla Madonna delle Grazie.

Per quanto riguarda Sora si avvicina la sua festa patronale e quale modo migliore di festeggiarla, oltre allo scendere in piazza, che raccontare le storie meno conosciute di alcune figure cittadine interessanti ed uniche. Parliamo allora di Bombolone, il venditore ambulante delle deliziose caramelle che gli hanno attribuito il soprannome che portava, oppure i due negozi di Fernanda e Tresenella, dirimpettai e in antitesi per aspetto e prodotti. La prima modesta e dimessa, vendeva uova dalla dubbia scadenza, la seconda puntava al commercio di tabacchi e sigari, che al tempo si vendevano singolarmente. Si racconta fosse in grado di tirarne fuori dalla scatola la quantità desiderata dal cliente in un solo colpo!

Altro tema della puntata le escursioni a Monterano e alle cascate Diosilla con percorsi di poco più di sei km per i meno avvezzi al trekking e alle scampagnate. Un paesaggio naturistico spettacolare, da preservare, ma soprattutto conoscere, anche perché cela storie e segreti interessanti.

Monterano è infatti un paese fantasma, ovvero un borgo che dal 1700 è ormai rimasto disabitato, a causa a quanto pare di un malinteso storico. Nello stesso periodo in cui Monterano cresceva economicamente, la vicina città di Tolfa cadeva nelle mani dell’esercito francese. Raggiunta una tregua gli abitanti di Tolfa però si ritrovarono in condizioni precarie, senza un mulino funzionante che gli procurasse il grano necessario al sostentamento. I tolfatiani pensarono di chiedere aiuto a Monterano, che pensando di inimicarsi i francesi e non consapevole della pace ottenuta si ribellò alla richiesta. A quel punto Tolfa e i suoi emissari, accompagnati dall’esercito francese, giunsero a Monterano in cerca di un accordo, ma vedendo arrivare la legione e tutto il paese vicino i monteranesi si spaventarono pensando ad un attacco e decisero di abbandonare la zona, già poco abitata.

Si conclude la puntata con il solito speciale dedicato all’enogastronomia e al made in Italy con il festival dello street food a Latina che si tiene il 27 e il 28 maggio a piazza Arnaldo Mussolini. Cibi di tutti i tipi e provenienti da tutte le regioni italiane per un viaggio culinario d’eccezione e a prezzi più che competitivi.

Condividi:
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.