Il libro della giungla: rifacimenti ed omaggi di un classico della letteratura inglese

Il 14 aprile 2016 è uscito in Italia il live-action Disney Il libro della giungla.

Molti ricordano la storia per il lungometraggio animato del ’67, che ha accompagnato l’infanzia di milioni di bambini, con le sue scene e i suoi personaggi.

Tutti sanno chi è Mowgli, il piccolo ‘cucciolo d’uomo’, cresciuto in mezzo ai lupi; dei suoi amici la pantera Bagheera e l’orso Baloo; e dell’arrogante tigre Share Khan.

Teatro e cinema, però, hanno mai omaggiato quest’opera letteraria, oltre che per merito della Disney? Certo che sì!

Riguardo al cinema, la prima pellicola risale al 1937. Risulta celebre per aver dato fama ad Sabu Dastagir, primo attore indiano a diventare star di Hollywood. Il film si basa su uno dei racconti del libro, diverso da quelli che conosciamo tutti, e vincerà il premio per la miglior regia al Festival di Venezia di quell’anno. Interpreterà invece Mowgli in un altro film del ’42.  Nel 1994, Stephen Sommers dirige una pellicola con un cast d’eccezione: Jasn Scott Lee, Sam Neil, Cary Elwes e Lena Headway.

A teatro è stato fatto poco.

Il mondo di Broadway ha dedicato a quest’opera un musical, basato sulle musiche e la trama del film della Disney. Lo spettacolo è andato in scena nel 2013 al Goodman Theatre di Chicago. In Italia ci sono compagnie che hanno svolto spettacoli con questa trama anche ultimamente. Lo scorso 9 aprile, presso il Teatro Vascello di Roma, si è conlcuso lo spettacolo Il libro della giungla, prodotto dalla Fabbrica dell’Attore e interpretato dalla Compagnia dei Giovani del Teatro Vascello. Ancora in tour, invece, il musical Il libro della giungla-il viaggio di Mowgli, diretto da Ilaria Deangelis.

Anche la tv ha reso omaggio al libro del Premio Nobel per la Letteratura del 1907. Molti ricordano la serie anime del 1989, riprodotta più volte nel corso degli anni. Nel 2011, per i più piccoli, è andata in onda una serie animata, dove ogni puntata era fine a stessa, con i personaggi del mondo di Mowgli. La Disney invece produsse un’altra serie animata con i protagonisti animali del film del ’67, questa volta cuccioli. Per i film, il più celebre è del ’67, intitolato Elephant boy, basato sulla stessa storia del film del ’37. Questo film però in Italia non venne mai trasmesso.

Il messaggio che tutti i film, cartoni e spettacoli mandano è sempre lo stesso: la natura non prevede distinzioni. La giungla descritta da Kipling è un’allusione alla nostra vita.

L’importante è ricordare ciò che dice il saggio pitone Kaa nel libro, cioè quanto un cuore impavido e una lingua cortese possano portarci lontano nella giungla.

Francesco Fario

Condividi:
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.