Chocomoments a Orvieto: un fine settimana “cioccolatoso”

Come saper resistere a del buon cioccolato? Oscar Wilde diceva che “L’unico modo di liberarsi di una tentazione è cedervi” e allora tanto vale continuare a viziarsi un pochino. A dare corda a uno dei sette peccati capitali (gola ovviamente), c’è la città di Orvieto che, tra le sue varie degustazioni sparse nei vari mesi dell’anno, prosegue la strada del dolce con la seconda edizione di Chocomoments.

Che cos’è Chocomoments?

Chocomoments è un associato ACAI (Associazione Cioccolatieri Artigiani Italiani), una realtà che si occupa esclusivamente del cioccolato artigianale e che si impegna nella promozione del cioccolato puro. In poche parole, il cioccolato lavorato e presentato da persone di sicuro non sprovvedute.

Mangiare il cioccolato è un vero piacere, talmente forte da far dimenticare (perlomeno quando lo si assaggia), il peso che aumenta, la cellulite che seleziona con cura i posti in cui fermarsi, il vestito che non entra; insomma i mille commenti abbinati ai sensi di colpa da post dolce. Ma la cioccolata è anche conforto nel momento no, è l’alimento che ci scalda d’inverno, è la variante al dolcetto pesante: la cioccolata fondente ad esempio si trova nelle diete più comuni. Anzi, fa bene alla salute!

Interessati alla parte benefica di tale alimento, abbiamo scovato un evento decisamente interessante: la tappa dello staff di Chocomoments  a Orvieto: dal 22 al 24 settembre.

 

Il cioccolato a Orvieto

Quella che verrà presenta ai “cioccoappassionati” è la seconda edizione e si svolgerà presso Piazza delle Repubblica, nella quale verranno allestiti stand per gli assaggi di cioccolato buono e sano, inoltre: degustazioni, cooking show, lezioni per adulti e laboratori per bambini. Tutte le attività potranno essere svolte dalle ore 10 alle ore 20 (no stop) e per attività intendiamo anche l’azione del palato che gusta: praline, tavolette di cioccolata di diverso genere, creme, crepes e cioccolata calda con panna. Ma non solo! Anche l’occhio vuole la sua parte e i maestri cioccolatieri hanno pensato anche a questo: tra gli stand troverete sculture e altre creazioni di cioccolato. La parte più interessante, che riguarda i più piccini ma anche i più grandi, è la Fabbrica del Cioccolato, una struttura che mostra le fasi di lavorazione con il percorso di conoscenza Choco Word Educational. Che ci sia un Willy Wonka?

 

Un’occasione da non perdere in prossimità dell’inverno: fare una bella scorta di cioccolata è ciò che ci vuole!

 

Isabella Bellitto

 

 

Condividi:
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.