Dal 14 al 16 luglio musica e arte nella Tuscia

Il weekend dal 14 al 16 luglio nella Tuscia, la vera protagonista sarà la musica. Dal 2 al 24 luglio è in corso l’undicesima edizione del Tuscia Operafestival. Venerdì 14 alle 21,30 a Tarquinia nella Chiesa di San Francesco andrà in scena il monodramma di Francis Poulenc “La voix humaine” che interpretò anche Anna Magnani. Un capolavoro della seconda metà del novecento con una trama apparentemente non originale: un uomo e una donna decidono di lasciarsi per sempre e nel loro ultimo dialogo d’addio si parlano al telefono. Ma l’altalenante gioco di emozioni collegato a un filo del telefono e il testo di Jean Cocteau corto e incisivo che ben si adatta alla partitura lo rendono unico. Sempre all’interno della manifestazione Tuscia Operafestival sabato 15 alle 21,30 nella Chiesa di San Giacomo i solisti dell’International Lyric Academy interpretano arie del repertorio operistico, mentre domenica 16 luglio verrà eseguito l’omaggio a Mozart con il Concerto per Pianoforte n° 21 K.466, il Concerto per Clarinetto K.622 e la Sinfonia n° 35 “Haffner”, sotto la direzione di Stefano Vignati, nella Chiesa di San Francesco a Tarquinia. L’Operafestival terminerà il 24 luglio.

La musica è al centro dell’estate di OperaExtravaganza, il cui claim è musica e passione. L’associazione musicale che si propone di far apprezzare in modo giocoso la musica classica e la lirica a tutti, presenterà i suoi spettacoli fino al 29 luglio. Venerdì 14 toccherà al Flauto magico al Giardino Segreto in Via del Cimitero Vecchio a Vetralla con inizio alle 19,00. Domenica 16 invece il Flauto Magico (Die Zauberfloete) di W. A. Mozart si terrà al Teatro Romano di Ferento di Viterbo.

Immancabile appuntamento quello del Tuscia Film Fest che sta terminando, con incontri a tema sul cinema e ospiti d’eccezione. Venerdì alle 21,15 in Piazza San Lorenzo a Viterbo la proiezione della commedia “Che vuoi che sia” di Edoardo Leo e al termine, l’incontro con l’attore. Sabato 15 a Piazza San Lorenzo, la proiezione del film drammatico “Fai bei sogni” tratto dall’omonimo romanzo di Massimo Gramellini, regia di Marco Bellocchio a cui seguirà un meeting con quest’ultimo. Domenica 16 l’attore Edoardo Leo alle 21,00 al Forte dei Borgia di Nepi andrà in scena con lo spettacolo “Ti racconto una storia, letture semiserie e tragicomiche” una raccolta di monologhi e racconti brevi di autori internazionali e alcuni scritti dallo stesso Leo. Spaccati di vita accompagnati dalle improvvisazioni musicali di Jonis Bascir.

“Omertà: subcultura e ignoranza” è il tema della seconda edizione di Ombrefestival, a Viterbo da martedì 8 a sabato 15 luglio, un evento organizzato dall’Associazione culturale Mariano Romiti che dedica il suo tempo al volontariato culturale. I reading, i talk, e gli incontri ruoteranno tutti attorno a Piazza del Plebiscito, la Sala Regia, il Cortile di Palazzo dei Priori, Piazza del Gesù e Arena Faletti. Lunedì 10 luglio alle 21,00 una grande apertura all’insegna del ricordo di Giorgio Faletti, la moglie Roberta Bellesini Faletti presente ha ripercorso la carriera dello scrittore a Piazza del Gesù. Alle 22,00 la Finale del Premio Provinciale Romiti Junior riservato agli studenti delle scuole superiori della provincia di Viterbo a cui è stato chiesto di comporre racconti gialli con il tema dell’omertà. Martedì 11 a Piazza del Plebiscito alle 19,30 un’occasione per discutere su argomenti molto attuali e molto delicati, dal Blue Whale al Cyber terrorismo analizzando anche le criticità e le opportunità della “globalizzazione della comunicazione” attraverso gli interventi del Prefetto Roberto Sgalla, di Michele Pierri dell’agenzia di stampa Cyber Affairs, di Brunella Marconi segretaria della Cisl Scuola di Viterbo e di Felice Romano segretario generale nazionale del Siulp; ne è seguito alle 21,30 un incontro con la cronista sotto scorta Federica Angeli che dalle pagine di Repubblica ha raccontato lo snodarsi della vicenda Mafia Capitale. Chiudono la manifestazione sabato alle 19,30 gli interventi del magistrato Giuseppe Ayala giudice a Palermo nel pool antimafia. Per tutta la durata del Festival è possibile visitare la mostra fotografica “Resilienza” con le fotografie di Michele Furci e Carlo Panza.

A Latera ritorna la rassegna MuseiOn con eventi tra cui performance musicali e spettacoli teatrali. Alle 21,00 di venerdì 14 luglio in piazza San Clemente la Compagnia della Femia di Soriano mette in scena lo spettacolo “Da qui all’eternità, il sapore della fatica” ripercorrendo quasi un secolo di storia, fino al boom economico. La manifestazione si protrae fino a settembre con due prime nazionali: “La nascita del Blues” in scena a Farnese nel Museo civico “F. Rittatore Vonwiller” il 22 agosto e “Briganteide” sul brigantaggio in Maremma in scena il 16 settembre nel Museo del brigantaggio a Cellere. L’ingresso agli spettacoli è gratuito.

Agli sgoccioli anche il festival “L’altro lato della luna” a Nepi. Alle 21,00 al Centro P. Carletti “Quando integrazione fa rima con musica” una festa di musica e sapori che attraverso la stimolazione sensoriale promuove il lavoro sociale della Cooperativa Sociale Gea Onlus. Alle 21,30 Tribal fusion e alle 22,00 danza con il fuoco e spettacolo della compagnia Tetraedro diretto da Alessandra Caruso.

Anche per chi ama camminare e visitare borghi storici domenica si avrà l’occasione di scoprire la suggestiva Villa San Giovanni in Tuscia, in provincia di Viterbo. Antico Presente organizza alle 17,00 una visita guidata gratuita nel borgo alla scoperta dei suoi tesori tra storia antica, che risale al III e IV secolo d.C., le cui vestigia sono conservate nei resti di una villa romana e l’unicità della natura intorno: oliveti, boschi di cerro e castagno che fanno da sfondo ogni anno alla manifestazione San Giovanni in Festa 2017, con musica e attività culturali e promozionali del borgo. Sarà possibile ammirare i reperti artistici ritrovati nella villa romana e custoditi nel comune, le chiese storiche, gli affreschi antichi e inoltre per ricordare le tradizioni agricole e legate alla terra visitare “la Casa del Passato” che ricostruisce una tipica casa contadina di un tempo per ricordare come vivevano all’epoca.

Ricordiamo inoltre, che fino al 20 luglio continua la mostra “Recycled-Soul” di Erika Calesini nella sede della Fondazione Caffeina. L’artista, le cui opere sono conosciute in tutto il mondo e alcune delle quali sono installazioni realizzate con il recupero di bicilette abbandonate o parti di esse, ha curato l’esposizione dedicata all’amore per le due ruote e non solo. Sono soprattutto i sentimenti e la gioia delle persone che le guidano la parte più significativa e che lascia il segno, ragion per cui vengono raccolti in una mostra per renderli visibili. Erika Calesini è nata a Cattolica, specializzata in moda e costume dal 2005 decide di dedicarsi alla scultura e alle altre forme d’arte, partecipa alla 54° Biennale di Venezia che le apre diverse opportunità a livello internazionale e nel 2014 la casa automobilistica Lancia la vuole nel suo staff per realizzare auto esteticamente modificate da esporre in eventi di moda e costume.

Condividi:
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.