Elisa Festeggia 20 Anni Di Carriera

Elisa Toffoli, meglio nota come Elisa, festeggia venti anni di carriera con un incredibile triplo evento all’Arena di Verona. Il 12, 13 e 15 settembre 2017 la cantante invita tutti a tre impedibili concerti: il primo pop rock, il secondo in acustica e il terzo con un orchestra internazionale di 40 elementi. Sul palco insieme a lei tantissimi ospiti, gli amici con cui ha condiviso questi venti anni di musica. Ripercorrendo la sua carriera Elisa ha dichiarato al Corriere della Sera: “Per carattere sono sempre portata ad accettare nuove sfide”, “l’anno chiave-continua Elisa- è stato il 2009: sono diventata mamma e ho iniziato a fare le scelte vere, ma soprattutto ho capito che avrei continuato a essere l’artista degli esordi. Che la musica sarebbe rimasta il mio gioco preferito”.
Elisa, mentre trascorre la sua infanzia a Monfalcone nel nordest d’Italia, proprio come un gioco, inizia a comporre le prime melodie. La giovane friulana alterna la scuola al lavoro da shampista nel negozio della madre dalla quale ha appreso che è importante imparare un mestiere qualora il talento nella musica non basti a darle da vivere. Ma il talento di Elisa è prorompente e all’età di 16 anni conquista Caterina Caselli che la mette sotto contratto con la Sugar.
Nel 1996, a diciotto anni, Elisa parte per Berkley insieme a Corrado Rustici, produttore di Zucchero e in passato collaboratore di Whitney Houston e Aretha Franklin, per lavorare alle canzoni del suo primo album. Pipes & Flowers il disco di debutto di Elisa viene pubblicato nel settembre del 1997 anticipato dal singolo Sleeping In Your Hand.
L’album vince la Targa Tenco e il PIM (Premio Italiano della Musica).
Il debutto di Elisa è un enorme successo, il suo talento è riconosciuto dai fan e dalla critica che chiedono nuove canzoni. Asile’s World, il neo lavoro della cantante friulana accontenta il desiderio dei fan e allo stesso tempo li stupisce. L’album arriva nel 2000 ed è profondamente diverso dal precedente. Il pop rock degli esordi lascia spazio a sonorità elettroniche e ambientazioni oniriche.
Giunge per Elisa il momento di partecipare al festival di Sanremo e di cantare in italiano. E’ il 2001 ed Elisa si presenta sul palco dell’Ariston con Luce (Tramonti A Nordest) il cui testo è stato scritto dalla cantante insieme a Zucchero. Il brano vince il festival e il premio della critica.
Dopo Sanremo, Elisa dichiarerà di aver preso parte alla manifestazione non perché è l’evento musicale più seguito in Italia ma perché la sua musica potesse essere sentita da tutti, perché solo a Sanremo, in 5 minuti, la canzone raggiunge 15 milioni di persone.
Nel 2001 viene pubblicato il terzo album dell’artista intitolato Then Comes The Sun anticipato dal singolo Heaven Out Of Hell. Nel 2002 l’album viene certificato doppio disco di platino.
Nel 2003 Elisa torna a cantare in italiano e fa un commovente tributo a Mia Martini, grazie alla sua personale e bellissima interpretazione di Almeno Tu Nell’Universo realizzata per la colonna sonora del film Ricordati di Me di Gabriele Muccino. Alla fine del 2003 esce un nuovo album intitolato Lotus, il primo lavoro interamente acustico della cantautrice goriziana, anticipato da Broken.
Successivamente Elisa pubblica Pearl Days e un nuovo lavoro in italiano dal titolo Una Poesia anche Per Te. Per festeggiare i dieci anni di carriera, nel 2006 Elisa pubblica il suo primo Greatest Hits intitolato Soundtrack ’96-’06. L’album scala le classifiche, nell’estate del 2007 raggiunge le 600.000 copie vendute. . Dopo altri due album in inglese Heart e Ivy finalmente nel 2013 Elisa pubblica il primo album interamente in italiano intitolato L’Anima Vola. L’ultimo lavoro discografico della cantante esce nel marzo del 2016 e s’intitola On. Attualmente la cantante sta lavorando al suo prossimo disco ed è impaziente di festeggiare con fan e amici i suoi 20 anni di carriera.

Anna Patti

Condividi:
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.