Federica Ambrosini: la floral designer che trasforma i fiori in opere d’arte

Inutile negare l’evidenza, ormai il mondo del matrimonio – o del “wedding mood” per essere ancora più alla moda – circonda il nostro quotidiano senza volerlo e senza saperlo. Sia che siate già sposate o sia che farete tutto nella vostra vita tranne il grande passo, i programmi legati a questo affascinante mondo è entrato nella maggior parte delle case: da real time a qualsiasi emittente, dai giornali ai post su facebook. Ma quali sono i professionisti di questo settore? La concezione del matrimonio negli anni è cambiata moltissimo e così anche le esigenze; un tempo molte donne si sposavano per andarsene di casa molto presto, poi per una stabilità economica e a seguire per una sicurezza familiare, oggi invece diremmo per: fare a gara a chi ha il matrimonio più bello? Ci auguriamo che in mezzo a tante coppie sull’altare ci sia anche chi ci crede al matrimonio solo per amore. Ritornando alla domanda iniziale, quanti sono i professionisti che cercano di rendere perfetto il grande giorno? Moltissimi: wedding planner (per chi decide di affidarsi agli esperti), floral designer, fotografo, make up artist, catering e sarti solo per citarne qualcuno. La cosa fondamentale è affidarsi AGLI ESPERTI. Il nostro People di oggi è dedicato proprio a un’esperta del settore, una floral designer – una delle migliori d’Italia a dire la verità – che svolge il suo lavoro con passione e professionalità: Federica Ambrosini.

Ma chi è Federica e da dove nasce la sua passione?
Sono una ragazza, come tante, che insegue i suoi sogni e le sue passioni. Ho iniziato questo percorso all’età di 23 anni e da allora ho sempre cercato di fare il meglio fino ad oggi. Il primo step è stato quello dell’event planner, per poi passare al flower design.

 

Il tuo è un successo decisamente in salita, hai un obiettivo ben preciso?
Ho scelto di comunicare attraverso la mia immagine, mostrando le mie passioni – di ragazza di 30 anni – per i fiori, la moda, l’arte e la musica. Oggi ho trovato la giusta via, mi sono posizionata su un mercato medio alto e stiamo cercando di puntare a matrimoni ed eventi di stranieri che scelgono l’Italia.

I consigli del florar design per un matrimonio: quali sono gli errori più comuni e come si possono evitare?
Quello che dico sempre ai miei clienti: con un budget non molto grande, è meglio fare poche cose scenografiche piuttosto che tante piccole e poco evidenti. Ad esempio: con 20 tavoli, meglio allestirne 10 con grandi composizioni floreali e 10 con candelabri ma senza fiori. Questo a mio avviso, è il miglior modo per contenere i costi pur facendo una bellissima figura.

La tua bravura ti ha permesso di occuparti anche di corsi; come sono strutturati?
La condivisone è una cosa che amo molto e soprattutto, amo molto insegnare. Posso anticipare che la decima edizione sarà a Marzo a Monza.

In pochi aggettivi, come definiresti il tuo lavoro?
Il mio lavoro è passione e amore e per farlo è necessario tanto gusto, visione, pazienza e forza fisica!

 

Il lavoro di Federica è arte allo stato puro e i suoi lavori possono essere paragonati tranquillamente a dipinti da ammirare. Sceglierla per il proprio “grande giorno”, significa affidare il design dell’evento a colei che lo renderà perfetto e se vi affrettate entro il 28 febbraio, potrete approfittare della promozione che Federica ha riservato per i futuri matrimoni! Volete saperne di più di questa grande professionista?
Seguite la sua pagina Facebook, Instagram e date un’occhiata a questo video; intanto quello che possiamo fare, è ringraziarla per la sua disponibilità e un farle un grosso in bocca al lupo per la carriera!

 

Isabella Bellitto

Condividi:
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.