Giardini e paesaggio: la storia continua

abato 21 aprile alle ore 17 si terrà, presso il Museo della Città e del Territorio di Vetralla, la seconda conferenza della serie “Giardini e paesaggio”. Dopo il successo della conferenza di Carla Benocci “Il valore dei giardini nelle ville cinquecentesche della Tuscia”, è la volta di Sofia Varoli Piazza che ci presenterà “Giardini e paesaggio: la storia continua”. 

Tutti i giardini appartengono alla storia, compresi i nostri giardini contemporanei: irrepetibili sono le stagioni dei luoghi: il giardino è vita a qualunque età della storia appartenga. Storico e contemporaneo, antico e moderno sono categorie che non corrispondono alla complessa realtà di vicende biologiche, umane ed artistiche di un giardino. Abbiamo certamente bisogno di definire delle tipologie e di inserire i giardini nel loro tempo; ben sapendo che le piante si rigenerano attraverso i loro cicli biologici e stagionali e che la stessa struttura architettonica, scultorea ed idraulica cambia a seguito delle azioni dei proprietari e dei responsabili, pubblici o privati, che si susseguono nel tempo. 
Anche se si parla di “restauro dei giardini” sappiamo che il concetto di restauro, così come lo intendiamo applicato ad altre forme artistiche, non è estendibile (se non per singoli frammenti)  ad un’opera d’arte dinamica fatta di natura e d’artificio. Solo la cura può continuare la vita del giardino in tutte le sue componenti e nei modi sempre nuovi di abitarlo. 

L’evento è patrocinato dall’Associazione Storia della Città e promosso dal Sistema Museale di Ateneo con la collaborazione della Biblioteca Comunale di Vetralla e la Casa Editrice Davide Ghaleb

Condividi:
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.