Giornata Nazionale della Salute della Donna: le anteprime degli Specialisti

Intervista al Sessuologo Stefano Eleuteri

Sarà presente alla tavola rotonda per la Giornata Nazionale della Salute della Donna il 22 Aprile e in qualità di  relatore tratterà il tema della sessualità femminile nella coppia successivamente ad un intervento di mastectomia.

 

Stefano Eleuteri è uno psicologo, psico-terapeuta e psico-sessuologo viterbese, Assegnista di ricerca presso Sapienza Università di Roma, redattore per psicologiaok.com ed esperto per la Rubrica Sex Appeal per RadioTusciaEvents  che lo intervista in anteprima.

 
G : Salve Dott. Eleuteri, sappiamo che una malattia cosi invadente come il cancro cambia radicalmente tanto la psicologia quanto la fisicità della persona, soprattutto se si è reso necessario un intervento di mastectomia. Che conseguenze ci sono per la sfera sessuale?

 
Dott. E: come si può immaginare è l’intero assetto della coppia a mutare. Il sesso rappresenta il collante degli amanti, in assenza del quale la coppia rischia di sfaldarsi. Ragion per cui è importante che in queste particolari circostante si cerchi un modo nuovo di esprimersi e vivere la sessualità.

 
G: che cambiamento affronta la figura del partner?

 
Dott. E: non è l’intervento di mastectomia a condizionare il partner, la sua proiezione resta immutata, di fronte a sé ha ancora la sua donna; è il tipo di approccio a cambiare. Bisogna tener conto che dopo un’esperienza dolorosa come questa la donna tende a chiudersi reprimendo gli istinti passionali. Accondiscendere a tali dinamiche è un errore. Il compagno deve impedire il crescere di questo muro.

 
G: qual è il modo che lei sente di suggerire?

 
Dott. E: Sicuramente il dialogo è il modo più naturale per cercare il nuovo equilibrio. Il mio intervento per la conferenza organizzata in occasione della Giornata Nazionale della Salute della Donna verterà proprio su questo: effettuerò un focus sul ruolo del partner nella coppia, l’aiuto che può dare nelle fasi di ripresa e l’importanza della sua presenza.

 
G: da un punto di vista estetico il tatuaggio di fantasia o anche l’uso del make up permanente nella ricostruzione dell’aureola mammaria può aiutare la donna a vedersi meglio?

 
Dott. E: se consideriamo unicamente il fattore estetico potremmo dire, ma non affermare clinicamente, che si ha un cambiamento positivo. L’estetica è pur sempre qualcosa di individuale e di certo non rappresenta il reale problema che è innanzitutto interrelazionale. Questi possono essere considerati degli escamotages da dover vagliare con l’ausilio di un medico che potrebbe anche sconsigliare la pratica per eventuali incompatibilità con protesi, cicatrici, terapie radio e chemio post intervento.

 
G: cosa dicono le statistiche su queste coppie? L’esperienza le fortifica o le spinge alla divisione?

 
Dott. E: In linea molto generale nell’arco dei 5 anni successivi all’intervento 1 coppia su 3 si lascia, ma sono dati in continuo mutamento. Tuttavia si registra una migliore risposta da parte delle coppie lesbiche che sembrano resistere meglio al trauma rispetto alle coppie eterosessuali. Sottolineo che è estremamente importante che la donna non venga lasciata sola nelle fasi di recupero ma che sia seguita da un team di medici, psicologi e sessuologi.

 
G: Grazie al Dott. Eleuteri per averci concesso un’anteprima. La seguiremo durante il talk del 22 Aprile in occasione della Giornata Nazionale della Salute della Donna.
Giovanna Calabrese

http://www.sessuologoesessualita.it/sessuologi/Dott-Stefano-Eleuteri-

Psicologo-Castiglione-in-Teverina/24/ http://www.psicologiaok.com/author/dott-stefano-eleuteri/

http://radiotusciaevents.com/category/rubriche/sexappeal/

 

Condividi:
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.