I colori nel piatto di Fiorenzo Mascagna

Si avvicina l’estate – seppur dal tempo non si direbbe! – e all’Antico Borgo La Commenda, sito in Loc. Commenda, 98 (dalla Cassia Nord, direzione Marta a Montefiascone) si avviano dal venerdì alla domenica (è preferibile prenotare) le nuove attività di ristorazione e pizzeria.

Venerdì 25 maggio alle ore 20.30 uno dei tanto richiesti “Convivi”, ossia cena intercalata da brevi interventi di un esperto su un tema che farà da filo conduttore alla preparazione del menù. Il clima non è quello della conferenza, ma del salotto: “… si vuole creare uno spazio di dialogo aperto in cui l’ospite della serata possa entrare liberamente in sintonia con il pubblico sull’argomento scelto lasciando spazio alle opinioni e curiosità di tutti i commensali” precisa Luigi De Simone, presidente de Il Marrugio arl, società proprietaria del Borgo.

Ospite richiestissimo Fiorenzo Mascagna, caprolatto di origine e diplomatosi in scultura all’Accademia di Belle Arti di Viterbo, dove ne è poi divenuto docente titolare, per un decennio, della cattedra di “Teoria della percezione e psicologia della forma” (vd. siti www.mascagna.net, www.gigarte.com). Ha anche insegnato nei corsi di pittura, restauro, scenografia e moda. Attualmente si dedica esclusivamente alla scultura operando in ambito privato e pubblico. Oltre lo scalpello, l’altro strumento che ha consentito l’espressione delle idee e della sua visione della realtà e della storia è stata la penna: poeta ed autore di libri e saggi, in questa serata Mascagna affronta la teoria e psicologia del colore aiutandoci a comprendere quei meccanismi che influenzano il nostro gusto. E’ ormai assodato che le nostre scelte alimentari obbediscono a un codice strettamente collegato al sistema visivo che consente al nostro cervello di cogliere molte sfumature, ma si rivela particolarmente efficiente nel distinguere il verde dal rosso. Infatti, l’importanza dei colori collegata alla dieta può ricevere conferma da certi “capricci” dei bambini, che spesso rifiutano “istintivamente” di mangiare la verdura a foglia verde. Come mai? Perchè il nostro palato preferisce il rosso? A questa e ad altre curiosità ci aiuterà a dare risposta l’ospite della serata. Ingresso (cena “bio” con bevande incluse e relazione sull’argomento), € 25,00. Per informazioni e prenotazione (vista la particolarità dell’evento ed il numero limitato dei posti disponibili, è obbligatoria!) telefonare ai numeri: 373.7510399 – 0761.263767.

Simona Mingolla

 

 

Viterbo, 22 maggio 2018.

 

Condividi:
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.