La buona educazione

Ascolta “1. Il magnifico potere della buona educazione” su Spreaker.

Succede a tutti, oggi, di lamentarsi per la diffusa maleducazione. Effettivamente sembra che negli ultimi tempi la gentilezza sia uno sport raramente praticato: grazie, prego, scusi e permesso sono parole che incontriamo sempre più di rado . Per molti essere cortesi significa essere perdenti in un mondo sempre più competitivo e privo di attenzione per l’ altro; le buone maniere sono spesso considerate un residuo inutile di giorni ormai lontani. Purtroppo viviamo tempi in cui arroganza e prepotenza sono diventate caratteristiche che consentono perfino di guadagnarsi un posto fisso in televisione. Indubbiamente la nostra società non incoraggia la cortesia ma ciò non giustifica il genitore, e chiunque abbia responsabilità educative, a tollerare atteggiamenti di prepotenza e sgarberia con il pretesto di adeguarsi ai tempi o per l’ esigenza di insegnare ai più piccoli a cavarsela. Non dobbiamo dimenticare che attraverso la buona educazione trasmettiamo il rispetto per l’ altro: insegnare ai propri figli a dire “grazie”, “scusa” e “permesso” significa educare a tenere in considerazione la sensibilità degli altri, ricordandoci che non dobbiamo sentirci al centro dell’ universo ma attenti a coloro che ci circondano; insegnare a chiedere “per favore” ci ricorda che nessuno è al nostro servizio, dare del “lei” a un adulto stimola l’ apprezzamento di sé rispetto all’ altro rendendoci consapevoli della nostra posizione nella società. Riconoscere “gli altri” significa imparare a considerare chi ci sta intorno come dotato di propri pensieri e sentimenti e degno di essere rispettato nelle sue esigenze, proprio quanto noi stessi vorremmo essere rispettati, significa riconoscere agli altri i nostri stessi diritti. Possiamo dire che le buone maniere aiutino la formazione di una coscienza sociale e che siano la prima vera educazione alla legalità. In un mondo dove la maleducazione è così diffusa, essere gentili è un gesto trasgressivo, quasi rivoluzionario

Condividi:
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.