La Leggenda di Defuk

Un vino, una leggenda, una chiesa piena di mistero, una lapide modificata, una enigmatica iscrizione, un affresco che potrebbe celare un ritratto criptato di Federico II di Svevia, un potente Cardinale…Gli Hohenstaufen… i Fugger.
Da Montefiascone a Salisburgo, fino a Melfi, Bassano del Grappa, Parma.
Papi, predicatori, condottieri, eretici, Guelfi e Ghibellini.
Al centro l’uomo della lapide, il personaggio dal’identità misteriosa conosciuto come “Defuk”. Sembra un romanzo ma è un pezzo di medio evo, questa è la conferenza che Quinto Ficari terrà il 19 Dicembre alle ore 11 nell’aula magna dell’Istituto tecnico Leonardo da Vinci in via Alessandro Volta a Viterbo.
Quinto Ficari si occupa da diversi anni della rilettura in chiave storica della Leggenda di DEFUK, il vescovo tedesco che secondo la tradizione ha sacrificato la propria vita alla bontà del vino Est Est Est di Montefiascone.
Collabora con numerose testate e case editrici.
Ha pubblicato “Il mistero della lapide” (Intermedia Edizioni Orvieto 2011),”La Leggenda di Defuk e il mistero di Federico II di Svevia” (2013), “La Basilica di San Flaviano a Montefiascone” (Ca.Gi. Editore 2014), Fabula Montefiasconia (Il mio libro 2014), ” La Leggenda di Montefiascone” (Il mio libro 2015). Contributi del suo lavoro sono stati pubblicati a cura del Centro Studi Romei di Firenze (De Strata Teutonica von Romweg 2014 – Gli itinerari dei pellegrini lungo la via teutonica 2015).
Recentemente stralci del suo lavoro sono stati pubblicati nell’ultimo libro di Ann Blair, titolare della cattedra del dipartimento di storia medievale presso l’università di Harvard-Cambridge (For the Sake of Learning).
Nel 2010 ha partecipato, in veste di regista, con la videopoesia “PyRomane”, ispirata ad un testo del poeta siciliano Gabriele Peritore, allo Zebra Poetry Film Festival di Berlino.
Nel 2016 con la videopoesia “Discese” ha vinto la sezione dedicata del “Premio Internazionale Antonia Pozzi” di Biassono.
Nel 2017, sempre in veste di registasi è classificato secondo all’E-Tuscia Green Movie Fest di Tuscania (VT) con il cortometraggio “Behind Macbeth”, ed un suo pezzo viene inserito nell’antologia del Premio Letterario Nazionale “Xilema Accendi le parole”, in quanto finalista del concorso.
Con la videopoesia Fuga- Regole – Occhi, di cui è autore sia delle immagini che del testo, vince la VI edizione del premio biennale di Poesia “Vittoria Colonna” e il Premio Galasso 2017 di Marino (Roma).

Condividi:
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.