La Nascita della Regina del Rock Italiano: Loredana Bertè

Loredana Bertè è un’icona della musica internazionale, la critica l’ha definita la regina del rock italiano.

Loredana Bertè nasce a Bagnara Calabra il 20 settembre 1950, terza di quattro figlie, tre anni dopo la sorella Domenica, detta Mimì, nota a tutti come Mia Martini. I genitori sono entrambi insegnanti. Il padre è un uomo violento, per Loredana più che altro è un padrone. L’infanzia  della Bertè è difficile e solitaria, con due genitori assenti che non amano le figlie e impongono loro una rigida disciplina. Nel 1965 Loredana si trasferisce con la mamma e le sorelle a Roma e qui comincia a fare i primi passi nel mondo dello spettacolo, ovviamente insieme a Mimì e all’amico Renato Zero. La prima vera occasione arriva nel 1974. Il discografico Alfredo Cerruti le procura un contratto con la CGD. Esce il primo Lp intitolato Streaking, totalmente incentrato sulla tematica sessuale e censurato dalla morale del tempo.  Il successo arriva nel 1975 con Sei Bellissima, destinato a diventare un classico della musica italiana. La consacrazione per la Bertè arriva nel 1979: Loredana scrive e interpreta il primo pezzo reggae italiano intitolato E La Luna Bussò. Il brano conquista il 6 posto in classifica portando in auge anche l’album che lo contiene, Bandabertè. Nel 1980, esplode la nuova hit  della Bertè intitolata In Alto Mare. Dopo aver collaborato con Andy Whorol e la sua Factory, aver portato la sua musica su palchi prestigiosi negli Stati Uniti, Loredana Bertè torna in Italia per lavorare con Ivano Fossati al suo prossimo album. Nel 1982 esce Traslocando che contiene il manifesto musicale della cantante: Non Sono Una Signora. Il disco vende 200 mila copie portando alla Bertè il primo disco di platino. A 30 anni dalla pubblicazione, l’album Traslocando viene inserito dalla rivista Rolling Stone Italia nella classifica dei 100 dischi italiani più belli di sempre alla posizione numero 24. Nel 1983 Enrico Ruggeri scrive Il Mare D’Inverno trasformato da Loredana in un successo senza tempo. Nel 1986 la Bertè presenta a Sanremo, Re, canzone scritta da Mango. Loredana da scandalo simulando una finta gravidanza. La conseguenza è la perdita del contratto appena firmato con la CBS. Nell’estate del 1988 Loredana Bertè intraprende un’importante e burrascosa relazione con il tennista Bjorn Borg. I due si sposeranno nel 1989.  Per Loredana inizia un periodo di assenza dalle scene. La cantante si renderà conto molto presto dei problemi di droga di Borg e dovrà affrontare il fallimento del suo grande amore.  Nel 1992 dopo un tentativo di suicidio Loredana riallaccia il rapporto con la sorella Mimì e lascia definitivamente Borg. La Bertè al fianco di Mimì si ripresenta a Sanremo nel 1993 con Stiamo Come Stiamo.

Dopo l’uscita del nuovo album Ufficialmente Dispersi che contiene anche la struggente Mi Manchi, dedicata all’ex marito, Loredana torna a Sanremo con un pezzo autobiografico intitolato Amici Non Ne Ho. Il 12 maggio del 1995 arriva la notizia che cambierà per sempre la vita di Loredana. La cantante apprende della morte della sorella Mimì. La tragedia che la Bertè non supererà mai del tutto la porta a chiudersi in casa per due anni. Poi ridestatasi grazie alla musica scrive un album interamente ispirato dalla sorella e a lei dedicato: Il Pettirosso Da Combattimento. In esso è contenuta Luna presentata a Sanremo nel ’97. Gli anni ’90 si chiudono nel dolore ma il nuovo millennio sarà ricco di sorprese per Loredana Bertè.

https://www.spreaker.com/episode/14801038

Condividi:
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.