La Necropoli della Peschiera ed il Casino di Caccia

SABATO 11 agosto
PASSEGGIATA AL TRAMONTO NELLA NECROPOLI DELLA PESCHIERA A TUSCANIA E VISITA DEL CASINO DI CACCIA DEL CARDINALE ERCOLE CONSALVI
In collaborazione con il Gruppo Archeologico Città di Tuscania e l’Agriturismo Sensi voglio farvi conoscere i nuovi scavi effettuati nella necropoli rupestre conosciuta con il nome di Necropoli della Peschiera, dal Gruppo Archeologico Città di Tuscania. Lavoro che è stato possibile con il supporto del Comune di Tuscania, della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio e i proprietari dell’area dott.ri Massimo e Luciano Dore . Molti anni fa in questa Necropoli furono scoperte numerose ed interessanti tombe rupestri ricavate nelle ripide parete di tufo con struttura a doppia camera sepolcrale e soffitti scolpiti con il motivo architettonico che imita le travi in legno delle abitazioni etrusche. Le tombe sono riconducibili ad uno dei numerosi insediamenti che popolavano il territorio di Tuscania ed ha avuto un utilizzo nei periodi Orientalizzante Arcaico ed Ellenistico.
DETTAGLI:
17.30 Appuntamento all’Agriturismo Sensi in Strada Martana dove lasceremo le auto.
17.45 partenza a piedi per andare a visitare la Necropoli ed il nuovo scavo ancora aperto. Lunghezza complessiva del percorso circa 2 km di cui una parte nel bellissimo bosco che scende verso la valle del Torrente Maschiolo. Dopo la passeggiata alla Necropoli ritorneremo a piedi al Casino di Caccia del Cardinale Consalvi nell’Agriturismo Sensi.
19.15 circa ritorno all’Agriturismo per la Visita del Casino di Caccia del Cardinale Consalvi bella ed elegante costruzione risalente alla fine del 1700 inizi del 1800. In questo luogo il Cardinale Ercole Consalvi abile diplomatico e Segretario del Papa Pio VII trascorse le sue giornate di riposo nella città natale.
20.15 circa degustazione dei prodotti tipici dell’Agriturismo Sensi con i loro fiori all’occhiello rappresentati dal premiato Olio d’Oliva Evo, il vino Sensi-Trappolini vitigno Est Est Est, i legumi dell’azienda e molto altro.
ABBIGLIAMENTO: abiti comodi e leggeri, pantalone lungo, scarpe da trekking leggero (parte del percorso è su strada asfaltata e parte nel sentiero del bosco), bastoncini da trekking facoltativi, acqua;
Visita Guidata a cura di Anna Rita Properzi Guida Turistica e Ambientale Escursionistica professionale, associata AIGAE;
 
Costo della visita guidata 5€
Costo tessera giornaliera e copertura assicurativa con il Gruppo Archeologico 5 €
Costo della Degustazione Agriturismo Sensi 5€
 
Prenotazione obbligatoria entro sabato 11 agosto mattina
 
Per info e dettagli telefonatemi al numero 3334912669 o scrivete una mail: annaritaproperzi@gmail.com
Un po di storia degli Scavi Archeologici nella Necropoli della Peschiera
Il Gruppo Archeologico Città di Tuscania, in collaborazione con il Comune di Tuscania e la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio, ha effettuato la I° Campagna di recupero e valorizzazione della Necropoli etrusca della Peschiera. Dal 17 luglio al 10 agosto i partecipanti volontari diretti dai tecnici dell’associazione, hanno ripulito un settore della necropoli riportando alla luce 6 tombe a camera di tipo rupestre, 1 tomba “a forno” e 2 tombe a fossa, tutte ascrivibili al pieno VI sec. a.C. Le tombe, riutilizzate in epoca medievale e moderna o comunque saccheggiate ripetutamente dagli scavatori clandestini, hanno restituito importanti resti dei corredi funebri. I frammenti ceramici scoperti costituiscono una testimonianza fondamentale per la ricostruzione delle fasi di utilizzo di questo settore dell’area necropolare, che appare costellata da sepolture eminenti, appartenenti alle famiglie più ricche dell’aristocrazia del centro di Tuscania. In un altro saggio, al livello della strada di accesso della necropoli, è stata portata alla luce un’area destinata al distacco ed alla lavorazione della pietra, per la creazione dei sigilli delle porte funebri, anch’essa testimonianza del forte ed inarrestabile sviluppo della necropoli in una fase anche successiva. Di straordinaria rilevanza la scoperta di un frammento in bucchero con un’epigrafe in lingua etrusca e di una porzione di un aryballos in pasta vitrea di chiara produzione fenicia o levantina.
 
Il Casino di Caccia del Cardinale Ercole Consalvi oggi Villa Pieri e Agriturismo Sensi
Nella medievale Tuscania nei pressi della suggestiva valle del torrente Maschiolo affluente del fiume Marta, l’Azienda Agricola Sensi produce da tempo olio Dop Tuscia ed è tutta al femminile, guidata dalle sorelle Claudia e Patrizia. Da 12 anni le due signore hanno avviato la coltivazione intensiva di lavanda, realizzando una linea cosmetica a base di olio extravergine d’oliva e olio essenziale di lavanda.
La casa padronale dell’Azienda Sensi è un elegante fabbricato degli inizi del XVIII secolo che fu il Casino di caccia della Famiglia del Cardinale Ercole Consalvi che fu segretario dello Stato Pontificio durante il pontificato di Pio VII dal 1800 al 1806. Il Cardinale Ercole Consalvi ebbe un importante ruolo diplomatico nei rapporti tra il pontefice Pio VII e Napoleone Bonaparte. Il Casino di Caccia si sviluppa su due piani, è circondato un bel campo di lavanda da ulivi centenari cresciuti ai bordi del pianoro tufaceo che conduce alla profonda valle del torrente Maschiolo dove si trovano le più suggestive necropoli di Tuscania. Caratteristico è l’importante viale alberato d’accesso che mette in risalto le forme armoniche della costruzione ed il portale di accesso sormontato dallo stemma della Famiglia Consalvi. A lato del fabbricato c’é un coevo fontanile a tre vasche sormontato da un vaso rappresentante due delfini intenti a giocare con una palla. La storia dell’Azienda inizia nel 1903, quando Vincenzo Pieri acquisisce l’azienda ed avvia la produzione. Nata come realtà prevalentemente cerealicola e foraggiera, nel corso degli anni l’azienda impara a rinnovarsi mantenendo vivo il rispetto delle tradizioni. Negli annessi agricoli della villa che risalgono allo stesso periodo, la macina di pietra è stata attiva fino al 1926. Oggi gli ambienti sono stati trasformati in azienda agrituristica con gli appartamenti denominati Granaio, Officina, Frantoio, Dispensa.
Condividi:
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.