Leonardo Angelucci, arriva il primo album solista

Chitarrista e cantante della provincia di Roma nato nel 1991, Leonardo Angelucci ha un timbro che ricorda Max Gazzé, e i capelli afro con il piercing al naso, come Lenny Kravitz. Musicista sicuro di sé, suona in differenti formazioni di musica originale, dove ha scritto e prodotto «dischi nell’ambito rock. Da poco, invece, mi sono messo a lavorare sui miei pezzi più folk, cantautorali e pop. Da qui è nato “Contemporaneamente” il mio primo ep solista registrato a Jolanda di Savoia, in provincia di Ferrara».
Il suo primo disco collettivo lo ha realizzato con il gruppo “Black Butterfly” verso i 18 anni, per suonare in seguito con i «Lateral Blast, la mia attuale band rock, con cui ho realizzato due dischi in inglese il primo e in italiano il secondo. Ora, da qualche mese mi sono dedicato al mio primo lavoro solista. Parteciperò sicuramente anche al terzo disco dei Lateral Blast e come chitarrista e voce al primo disco solista di Daniele Coccia, voce del Muro del Canto».

Molti i Festival e gli eventi a cui ha partecipato: «Fin’ora ho portato la mia chitarra a Umbria Folk Festival, Auditorium, Dachau, tantissimi locali di Roma e provincia, piazze italiane, insomma tanti concerti da sempre; e questa estate si prospetta di nuovo una grande stagione… Salirò sul palco de “Na cosetta” (locale del Pigneto, ndr.) per la presentazione del mio disco».
Sugli artisti che gli portano ispirazione, si dichiara un avido “musicofago”, ascolta di tutto, da Frank Zappa a Gabriella Ferri, da Jimi Hendrix al cantautorato classico e moderno.
Sul suo rapporto con la Tuscia non ci può dire molto invece, perché «nonostante la vicinanza, visto che sono al confine con la provincia di Rieti, non ho mai frequentato tantissimo la Tuscia, a parte qualche piacevole visita turistica domenicale. Ma so e vedo che c’è tanto fermento musicale, mi piacerebbe suonarci».

https://www.youtube.com/watch?v=dTwMGvE4Gdo

Lavinia Marnetto

Condividi:
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.