Mina: Il Consolidamento del Mito

Il fenomeno Mina continua, anzi, anche se può sembrare impossibile aumenta. All’inizio degli anni ’90 Mina comincia a collaborare con gli Audio 2, band prodotta dal figlio Massimiliano Pani. Nel 1992 gli Audio 2 scrivono per Mina il brano Neve, contenuto nell’album Sorelle Lumiere. Nel 1996 Mina celebra la sua città d’origine con un lavoro intitolato Cremona. La cover del disco mostra Mina avvolta in un abito fiabesco, appositamente realizzato per lei da Gianni Versace, e sullo sfondo i principali monumenti di Cremona. La decisione della Mazzini di farsi fotografare, di apparire dopo anni di assenza, trasforma l’album in un evento.
In questi anni si è costruita una sorta di leggenda attorno alla Mazzini. C’è chi la vede grassa e dedita a cucinare per figli e nipoti, chi la immagina a sferruzzare a maglia e chi ritiene che continui a cantare per il suo piccolo pubblico, quella fetta di fan nostalgici degli anni sessanta. Proprio mentre la leggenda si fa strada, Mina esce allo scoperto, si fa fotografare senza trucchi o artifici fantastici e ribalta lo scenario. Nel 1998 per l’album MinaCelentano, la Mazzini impersona una dolce papera al fianco del suo amico, il papero Adriano. I paperi disegnati da Gianni Ronco, schiena contro schiena, davanti a una gigantesca luna piena, cantano Acqua e Sale. L’album vende due milioni di copie e ancora oggi è tra i più importanti nella carriera della Mazzini. Mai paga nel sorprendere, Mina decide di riapparire nel 2001 attraverso il portale wind che trasmette le riprese di alcune sessioni di registrazione in studio. L’evento fa 20 milioni di visualizzazioni e produce un dvd intitolato Mina In Studio che vende 50 mila copie. Dopo la pubblicazione della tripla raccolta The Platinum Collection nel 2004, che ottiene risultati imprevedibili, superando le 600 mila copie vendute, nel 2005 esce l’album Bula Bula anticipato da Vai e Vai e Vai. Nel 2006 Mina torna con un nuovo lavoro intitolato Bau che contiene 8 pezzi scritti da Andrea Mingardi. L’album viene lanciato da un omaggio a due dei cantautori più amati della musica italiana Mogol Battisti. La pubblicazione di questo album viene preferita a quella di un altro in lavorazione che contiene brani in lingua spagnola e uscirà nel 2007 con il titolo di Todavìa. Si tratta di un successo incredibile che debutta direttamente alla posizione numero uno della classifica degli album più venduti. A riempire le giornate di Mina c’è l’uncinetto, la redazione di articoli per il quotidiano La Stampa e la “posta del cuore” su Vanity Fair. Tra la confezione di un cappellino e i consigli ai suoi fan, Mina trova il tempo per tornare a fare musica con Adriano Celentano e presenta Amamì Amami. Il singolo anticipa l’uscita di Le Migliori il seguito, a diciotto anni di distanza, di MinaCelentano. Nel 2018 Mina ancora insieme ad Adriano Celentano regala ai fan Tutte Le Migliori un cofanetto che contiene i più celebri duetti della coppia più i grandi successi dei due artisti e l’inedito Eva. In questi anni di assenza Anna Maria Mazzini ci ha dimostrato che a lei non serve l’immagine le basta la voce. Il grande Totò diceva di Mina: “Quell’anima lunga che sembra un contrabbasso con tutte le corde a posto, quelle carni bianche da gelato alla crema, quella creatura recita poco e male, ride al momento sbagliato, coprendosi la bocca con la mano. Ma se si spengono le luci e lei comincia a cantare, da quella voce escono grandi palcoscenici, pianto e risate”.

Anna Patti

Condividi:
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.