Il Paolo Savi a Capodimonte per lo studio del turismo sostenibile

La scuola che vorremmo per i nostri figli è quella che li metta in grado di affrontare il futuro con consapevolezza e competenza e, ad anno scolastico iniziato da poco, già è possibile individuare attività intelligenti e creative che offrono agli studenti momenti di riflessione e approfondimento. E’ quanto accaduto con l’uscita didattica delle classi 3 A e 3 B sezione Turistica, e 4B Amministrativa dell’Istituto “Paolo Savi” di Viterbo. La mèta è stata la cittadina di Capodimonte sul Lago di Bolsena che è divenuto così un vero e proprio laboratorio per lo studio del turismo sostenibile, letteralmente affascinando gli studenti.
Nell’incontrare il sindaco della cittadina, Mario Fanelli, le classi hanno potuto constatare come l’amministrazione stia operando in sinergia tra territorio e popolazione, così da progettare uno sviluppo turistico integrato e sostenibile, proprio come l’UNESCO si auspica possa accadere in scala globale. Partendo dal valore culturale e ambientale dell’area e dai numerosi, eccellenti prodotti locali, il sindaco ha evidenziato come ora si stia lavorando per offrire e attrarre futuri turisti, attraverso l’ampliamento della zona turistica. Questo riporta alla necessità di guardare al progetto in modo ampio: valorizzando il centro storico, mettendo in sicurezza il territorio, promuovendo la cura del verde, ampliando i campeggi e gli attracchi per le barche a vela, da sempre risorsa non inquinante che consente di “vivere” l’ambiente del lago al meglio anche in periodo invernale.
Assieme al sindaco, nel visitare e domandarsi per quali reali possibilità passi uno sviluppo che vede protagoniste le persone, anche la Lega Navale: il Commissario della sezione di Bolsena, avv. Stefano Marini Balestra ha “consacrato” soci della Lega Navale molti studenti convinti delle opportunità offerte da una istituzione che nel 1897 nasce per favorire la cultura del mare e creare una cultura marinara nei giovani.
Dal 1930 la Lega Navale è presente sul lago di Bolsena , a Capodimonte, e consente di essere informati sulle attività nazionali , supporta Centri nautici ed offre spazi per la caratterizzazione del territorio .
Ad integrazione di una uscita così proficua, anche la visita al Museo della Navigazione, ricavato da un vecchio mattatoio; qui, tutto quanto appreso in mattinata, è stato confermato dall’incontro con la dott.ssa Caterina Pisu responsabile del museo e sapiente guida per tutti loro.
Una giornata di scuola che i ragazzi ricorderanno e avranno modo di ripetere in altre occasioni; un metodo di lavoro che l’Istituto “Paolo Savi”, nella sezione Turistica, sta mettendo a punto accuratamente, coniugando le attività di alternanza scuola-lavoro con una flessibilità didattica tanto necessaria per questo tipo di indirizzo. Un modo efficace di far scuola per generare competenze con la convinzione che questi ragazzi avranno opportunità reali di lavoro nella valorizzazione del ricchissimo territorio in cui vivono.
Un grazie sentito all’Amministrazione Comunale e alla Lega Navale con cui il “Paolo Savi” è certo di aver stabilito un rapporto privilegiato per il futuro dei propri studenti dell’indirizzo turistico.

Condividi:
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.