Il presepe di Celleno rivive nel borgo

presepe di celleno

L’atmosfera è immediatamente accattivante con il fuoco che arde all’inizio della breve salita che porta dentro il castello. Se hai freddo puoi subito scaldarti le mani, il cuore invece te lo scalderai durante il percorso. E non può essere diversamente perché sono centinaia le candele che illuminano il piccolo borgo.
Arrivati all’ingresso il censore annota con cura i nomi dei visitatori con un’elegante penna di pavone, e intanto il macellaio già ti alletta con un assaggio di un salume di suino lavorato a mano, la coppa.
L’inizio è promettente, anche se due solerti soldati ti avvisano che non potrai tornare indietro ma solo proseguire il percorso. E meno male che segui il loro consiglio.
Ti ritrovi nella piccola piazza, immerso in varie scene di vita quotidiana animate da decine di personaggi in costume che rendono il tutto brulicante di vita. Un susseguirsi di mestieri come il venditore di spezie, la filatrice, e un susseguirsi di assaggi: bruschette, castagne, vino. Più in là un uomo gira con alacrità una macina a pietra.
Segui il percorso e le diverse scene di vita riproposte lungo le vie del castello, sono ricche di elementi e fedeli nei particolari. Dall’oste al fornaio, passando dal fabbro e costeggiando la prigione in un susseguirsi di colori, rumori e profumi.
I profumi sono quelli dei cibi che vengono offerti ai visitatori e quindi via libera al libero assaggio di bruschette con pane fatto in casa, vin brûlé, castagne, polenta, formaggio e pizza. Al termine del giro ti ritrovi sazio e felice.
Gli attori interpretano benissimo la loro parte e in alcuni momenti ti illudi veramente di essere in un borgo di duemila anni fa che ha visto la nascita del redentore. Il castello offre uno scenario realistico e affascinante.
Si replica il 6 gennaio e non conviene mancare, perché è uno dei presepi viventi più belli della zona e l’ingresso è libero.
Per tutte le info rivolgersi al Comitato presepi Celleno
presepe di celleno

Condividi:
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.