Teatro, storia e visite archeologiche nella Tuscia

Il weekend è alle porte e anche per i prossimi tre giorni le iniziative e gli appuntamenti non mancano.

Venerdì 16 marzo alle ore 16,00 nella Biblioteca Comunale “A. Pistella” a Vetralla “Il terzo suono” musica e filosofia nell’opera di Giuseppe Tartini a cura della dott.ssa Monica Sanfilippo, suona il maestro Luigi De Filippi. Al Teatro Mancinelli di Orvieto dalle 21,00 in scena “Il testimone”, in occasione della Giornata nazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie, con Bebo Storti e Fabrizio Coniglio, a cura di Mario Almerighi e Fabrizio Coniglio.

Al Teatro Sociale di Amelia il 14 marzo è saltato lo spettacolo di Ascanio Celestini prodotto dal teatro Stabile dell’Umbria con Fabbrica e RomaEuropa Festival, a causa della rottura della caldaia nella struttura antica, quindi verrà posticipato a data non ancora decisa. Occorrerà controllare il sito del Teatro Stabile dell’Umbria.

Domenica 18 al teatro Rivellino di Tuscania dalle 17,30 il rapporto mamma-figlia visto da Cinzia Leone con lo spettacolo “Mamma, sei sempre nei miei pensieri, spostati!”. Quel legame unico e sempre pieno di significati profondi dipinto nei modi più leggeri, comici e paradossali. Non solo, Cinzia Leone racconterà anche le vicende femminili fin dall’epoca antica in un oscillare tra condizionamenti sociali e premure familiari.

Dal 15 al 18 marzo giornate interessanti per chi ama l’aeromodellismo nel Complesso monumentale di San Sisto a Montalto di Castro. Una mostra a cura del gruppo Aeromodellismo della città in cui sarà possibile osservare modelli aerei radiocomandati e vedere il funzionamento di un simulatore di volo. Il 15 e 16 marzo la mostra sarà aperta dalle 9 alle 13, il 17 e 18 dalle 15 alle 19. L’ingresso è gratuito.

A Gallese domenica 18 un appuntamento che è parte di un più ampio ventaglio di eventi dedicati alla Festa internazionale della Donna iniziati il 10 marzo. Proprio per evitare che la festa della donna si riduca a un solo giorno, l’Assessorato alla Cultura ha promosso un calendario pieno di incontri dedicati. Per questa domenica alle 17,30 presso il Museo e Centro Culturale “Marco Scacchi”, l’avventura scientifica delle donne con la conferenza della dott.ssa Flavia Zucco, biologa del CNR e rappresentante dell’Associazione Donne e Scienza di Roma. Si parlerà della difficile partecipazione della donna in ambito accademico e scientifico e della sua affermazione in questi settori. Le donne rappresentano ancora una minoranza in tali ambiti. Domenica 25 terminerà il ciclo con un ultimo incontro alle 18,00 dedicato alla storia del mondo femminile e alle lavandaie con la proiezione del documentario “Bianco Cenere. Le lavandaie e il bucato di una volta” a cura di Gabriele Campioni e Paola Testa.

Sabato 17 marzo alle ore 17 nella Sala Kimairah di Capranica in via Romana 62, “Il tabernacolo degli oli santi della Chiesa di San Giovanni Evangelista a Capranica e la famiglia degli Anguillara” parte del ciclo di conversazioni su Capranica e dintorni dal titolo “Un caffè con la storia”. L’iniziativa è curata da Fabio Ceccarini in collaborazione con il Centro Ricerche e Studi di Capranica e l’Associazione Culturale Kimairah e il supporto del comune di Capranica. Ogni incontro sarà un’occasione per ascoltare studiosi ed esperti di storia, archeologia, arte e antropologia che esporranno i risultati dei propri studi e scoperte, il tutto…… davanti a una tazza di caffè dove tutti sono invitati a partecipare e a fare domande.

Torna anche, sabato 17 marzo alle 15.00, davanti alla Chiesa di Santa Maria della Verità a Viterbo, l’iniziativa di Antico Presente alla riscoperta dei capolavori sconosciuti della città con il racconto di aneddoti poco noti tratti dalla storia; si inizierà dalla chiesa di Santa Maria della Verità, per poi passare al convento annesso, sede del Museo Civico. Si percorreranno i vicoli medievali fino ad arrivare a Palazzo Papale. Lì si potrà entrare e con il supporto delle guide verranno svelate storie e racconti della vita dei cardinali durante il periodo in cui il mondo per 1006 giorni rimase senza Papa e che segnò la storia dell’intera cristianità. La prenotazione è obbligatoria.

Domenica 18 alle 17,30 ultimo spettacolo al Teatro Boni di Acquapendente che chiude la brillante stagione aperta il 22 ottobre dall’attrice Debora Caprioglio con lo spettacolo “Callas d’incanto”. Domenica andrà in scena “Marocchinate” di Simone Cristicchi e Ariele Vincenti, regia di Nicola Pistoia. 22 sono stati gli spettacoli in calendario fino al 18 marzo tra prosa, musica, danza e comicità.

Sabato e domenica due giornate al museo Colle del Duomo a Viterbo dalle 15:00 alle 21:00 per Arte e vino al museo, organizzato da Archeoares e Symposium Vini. Durante la manifestazione si terranno degustazioni, aperitivi, percorsi alternativi di fruizione della vite rossa e utilizzi nella cosmesi a cura di UNI Cosmesi della Tuscia. Sarà possibile acquistare direttamente nel corso della visita del vino. Tra le cantine protagoniste ci saranno l’Azienda biologica TreBotti, l’Azienda agricola Lotti, l’Azienda agricola Valle Perlata, l’Azienda agricola biologica Chiara Profili e la Società agricola I Tirreni.

Buon weekend!

Condividi:
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.