Tracy Chapman: Quando La Fama Non E’ Tutto!

Tracy Chapman è una cantautrice raffinata che ha lasciato il segno nella musica folk anni ottanta e influenzato le generazioni successive.
Tracy nasce a Clevaland, Ohio, il 30 marzo del 1964. Fin da piccola impara, da autodidatta, a suonare diversi strumenti tra cui la chitarra che accompagnerà la sua voce profonda per tutta la carriera.
E’ una ragazza dotata di grande talento ma anche di tenacia e grazie al suo impegno scolastico riesce a ottenere una borsa di studio per la Tufts University di Boston, dove si specializza in Antropologia e Cultura Afroamericana. Proprio durante il periodo dell’università si appassiona al folk rock e inizia a esibirsi nei locali di Boston riscuotendo un notevole successo. La Chapman entra in contatto con Elliott Roberts produttore di Joni Mitchell.
Tracy riesce a firmare un contratto con la Elektra e nel 1988 pubblica il suo primo album omonimo anticipato dal singolo Fast Car. E’ impressionante come la Chapman riesca con Fast Car a raccontare la vita dei neri americani della periferia costretti a fare i conti con la povertà.
Con la stessa limpidità e gentilezza d’esecuzione descrive la rivoluzione “sussurrata da chi sta in coda per il sussidio”, o “ negli uffici di collocamento seduto in attesa di una promozione” in Talkin’ ‘bout Revolutions. Tracy Chapman, l’album omonimo della cantautrice Americana, ha un successo incredibile, ottiene recensioni positive in tutto il mondo. La Chapman diventa il simbolo del cantautorato impegnato, spesso paragonata a Joni Mitchell per l’intensità e la bellezza dei suoi testi. Nel 1989 Tracy pubblica il suo secondo album Crossroads, un disco politico che affronta anche temi universali e sembra avvicinare la poetica della Chapman più a Bob Dylan. L’album viene accolto dalla critica in modo positivo. Nel 1992 Tracy pubblica il suo terzo album intitolato Matters Of The Hearth. La sua voce emoziona ancora come sempre, il suo talento è intatto ma l’album viene accolto con meno enfasi dei precedenti.
Tracy Chapman torna con New Begining che segna davvero un nuovo inizio per l’interprete di Cleveland. Abbandonata la veste di cantautrice politicamente impegnata propone un disco folk contaminato dal blues, dal rock acustico, dal country e stupisce con il pezzo Give Me One Reason. Il brano conquista la posizione numero 3 della classifica di Billboard e traina l’intero album che vende tre milioni di copie. Nel 2000 Tracy Chapman pubblica Telling Stories le cui sonorità segnano un ritorno ai primi due album, nel 2002 esce Let It Rain. Where You Live, il settimo album di Tracy Chapman esce nel 2005, spazia come sempre dalle romantiche ballad ai pezzi più aggressivi come Change.
L’ultimo album pubblicato da Tracy Chapman è del 2008 s’intitola Our Bright Future. Gli ultimi lavori dell’artista americana non hanno raggiunto il successo degli esordi e la fama di Tracy non è più quella del 1988. A proposito di questo la cantautrice rivela: “davvero non mi dispiace che la grande fama di quell’anno non sia continuata, magari fino a gonfiarsi all’inverosimile. Preferisco il rispetto di chi ama la mia musica”.

Anna Patti.

Condividi:
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.