Villa Lante ed il Santuario della Madonna della Quercia

Nel territorio di Bagnaia si riconosce una privilegiata nobiltà, inizialmente assegnatagli dalla natura e in seguito da nobili signori ed esponenti della Chiesa, che hanno voluto riconoscerla con la realizzazione di quella che oggi viene definita Villa Lante.

Si tratta di un pregiatissimo esempio di architettura rinascimentale, arricchita da meravigliosi giardini all’italiana, ma che a differenza di altre ville non era privata ma vescovile, e rappresenta sia il momento storico, il contesto politico e religioso oltre al percorso di salvazione che ogni buon cattolico avrebbe dovuto intraprendere.

La villa conserva magnifici affreschi, soffitti e stucchi arricchiti dal bellissimo giardino che permette di scoprire nei suoi terrazzi leggiadre fontane, vasche decorate, cascate e giochi d’acqua, emblemi singolari, collocati in modo sapiente tali da suggerire illuminanti chiavi di lettura.

La visita inizierà al santuario della Madonna della Quercia, maestoso edificio rinascimentale, che conserva al suo interno importanti opere tra cui il soffitto a cassettoni intarsiato e decorato con oltre 60 kg dell’ oro appena ritornato dalla scoperta dell’America. Il santuario è costruito su un’antica cappella dove avvenne un famoso miracolo.
Rntrambi i siti sono gestiti dal MIBACT attraverso il Polo museale del Lazio. Durata 3 ore.

Antico Presente vi invita a trascorrere una giornata di grandissimo interesse, bellezza e suggestione dentro la storia e tradizione millenaria della città di Viterbo, in occasione di uno degli eventi più importanti della Tuscia, conosciuto come “Il trasporto della macchina di S. Rosa”, Patrimonio Mondiale dell’ Unesco che si svolge ogni anno il 3 settembre.

La “macchina” è un baldacchino trionfale che innalza al di sopra dei tetti di Viterbo la statua della Santa, patrona della città. E’ una vera e propria torre illuminata da fiaccole e luci, alta trenta metri e pesante 5000 kg che viene sollevata e portata in processione a spalle da un centinaio di uomini, detti “Facchini di Santa Rosa”, lungo un percorso di poco più di un chilometro articolato tra le vie, talvolta molto strette, e le piazze del centro cittadino, immerse in un suggestivo buio nel quale solo la Macchina risplende sfarzosamente illuminata.

Vi proponiamo di passare la mattina con noi per visitare e conoscere tutti i segreti dei due gioielli rinascimentali appena fuori le mura della città dei Papi. Villa Lante e il Santuario della Madonna della Quercia.

Il pomeriggio potete proseguire la visita in autonomia visitando il bellissimo centro storico di Viterbo tra spettacoli di sbandieratori in abito tradizionale e sfilate dei facchini verso le chiese della città, in attesa dello spettacolare ed emozionante Trasporto che sarà alle ore 21.00.

Appuntamento
Domenica 3 settembre 2017 ore 9.30 al Santuario della Madonna della Quercia, in viale Trieste, La Quercia, Viterbo. Al termine ci sposteremo con le auto per raggiungere il parcheggio in prossimità di Villa Lante.

Condizioni
Minimo 15 partecipanti. Prenotazione obbligatoria

Costo
Per i soci 5,00€ (il costo della tessera annuale è di 10,00 euro). Per i ragazzi fino a 16 anni è gratuito.
Noleggio ricetrasmittenti con auricolare € 1,50 l’uno.
La prima domenica del mese l’entrata a Villa Lante è gratuita.

Informazioni e prenotazioni
Sabrina 339 5718135 info@anticopresente.it www.anticopresente.it

Condividi:
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.