Spoleto 60, gli appuntamenti del Festival dei Due Mondi con la Fondazione Carla Fendi

La Fondazione Carla Fendi rinnova anche quest’anno il suo sostegno a Spoleto60 Festival dei 2Mondi in qualità di Main Partner della manifestazione. Nell’ambito di questo impegno, la Fondazione sostiene l’intera programmazione del Teatro Caio Melisso Spazio Carla Fendi e l’inaugurazione del Festival con l’opera ‘Don Giovanni’ di Wolfgang Amadeus Mozart, in programma al Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti venerdì 30 giugno alle 19,30. Un nuovo allestimento che conclude, dopo ‘Così fan tutte’ e ‘Le nozze di Figaro’, il progetto artistico della trilogia di Mozart/Da Ponte al Festival di Spoleto.

Spoleto60, il percorso della Fondazione Carla Fendi

La Fondazione, continuando il suo percorso creativo culturale, presenta quest’anno per Spoleto60 Festival dei 2Mondi il progetto ‘Genesi – Apocalisse’: L’Inizio e il Compimento’ (ex Museo Civico e Chiesa della Manna D’oro). Progetto e regia di Quirino Conti, la Genesi è raccontata dalle suggestioni materiche del Maestro Sandro Chia, con immagini che ricreeranno una suggestiva Cappella Sistina, mentre l’Apocalisse è affidata all’originalità creativa del regista Peter Greenaway con Saskia Boddeke: poesia e metafora di un’installazione sottolineeranno l’universalità dei diritti umani.

Spoleto60, gli altri eventi

In occasione della inaugurazione, il 2 luglio, alle 11,45, un’unica performance introduttiva. Sul palcoscenico del Teatro Caio Melisso Spazio Carla Fendi, Massimo Cacciari e Erri De Luca indagano sulla sostanza di questa doppia esperienza, legati da un file rouge condotto dalla storica dell’arte Lea Mattarella e intervallati da momenti musicali di forte spiritualità affidati alla voce solista di Raiz, alla virtuosità di Giovanni Sollima e ai canti di Divna. Per quanto riguarda la programmazione al Teatro Caio Melisso Spazio Carla Fendi, l’1 e 2 luglio c’è ‘Memorie di Adriana’: un’idea di Andrée Ruth Shammah di Adriana Asti e Federica Di Rosa, per la regia di Andrée Ruth Shammah, tratto dal libro ‘Ricordare e dimenticare’, di Adriana Asti e René De Ceccatty, con Adriana Asti.

Le conversazioni

Ancora, in programmazione al Teatro Caio Melisso Spazio Carla Fendi, le ‘Conversazioni’ con Natalia Aspesi e Adriana Asti e ‘La Scortecata’, liberamente tratto da ‘Lo cunto de li cunti’ di Giambattista Basile, con testo e regia di Emma Dante, una rivisitazione della nota favola del Seicento. Infine, il consueto appuntamento, nella giornata di chiusura del Festival, domenica 16 luglio, alle 12, con il ‘Premio Fondazione Carla Fendi’, giunto alla sesta edizione.

Il Premio nasce come riconoscimento a figure di alto valore nel campo dell’arte, della cultura, della creatività, come testimoni illustri del nostro tempo ed esempi di eccellenze per il nostro futuro. Nelle precedenti edizioni il premio è stato attribuito a personalità come Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo, Bob Wilson, Liliana Cavani e Julie Taymor, Riccardo Muti e Piero Tosi, Paolo Sorrentino, Antonio Pappano.

L’appuntamento di questa edizione si svilupperà con un format diverso: un evento a sorpresa, come sarà a sorpresa il premiato.

Ilaria Porziani

Condividi:
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.