L’infiorata a Pescasseroli il paese che non dorme

C’è un paese che una notte non dorme! Il paese è Pescasseroli e la notte è quella del Corpus Domini.
I progetti per i preparativi iniziano diversi mesi prima con la scelta del tema dell’infiorata, ma solo una settimana prima si entra nel vivo.
Tutti gli abitanti si danno appuntamenti per le scorribande in montagna alla ricerca di erbe e fiori da utilizzare nell’infiorata. Grandi sacchi di erba che sarà seccata al sole e poi sminuzzata. Grandi sacchi di petali di ginestra che con il suo colore giallo sin dai tempi di Demetra è simbolo di gioia e fertilità.
Gli altri materiali sono già al sicuro, i bar già dal giorno dopo l’infiorata dello scorso anno, iniziano a raccogliere i fondi di caffè. Chili e chili di fondi di caffè da utilizzare per fare i bordi e dare risalto ai disegni. Le vaschette delle mozzarelle riciclate serviranno a raccogliere i petali divisi per colore, ma anche il sale è già stato colorato. E così i trucioli e tutti gli altri materiali che verranno utilizzati.
La sabbia bianchissima e finissima è già scaricata agli angoli delle vie e si aspetta solo il calar del sole per iniziare a ricoprire le strade con il manto bianco che servirà da base per l’infiorata.
Fino all’imbrunire le vie sono animate dalle voci che si rincorrono da una parte all’altra della strada, richieste di aiuto, conforto, ma anche risate argentine con una nota di nervosismo per l’ansia che l’evento comunque ti anticipa.

Intorno alla mezzanotte, le strade sono state ricoperte dalla sabbia livellata con precisione maniacale e si può iniziare la decorazione. Stuoli di giovani hanno il compito di sistemare i petali con ordine, facendo attenzione a non uscire dai bordi e seguendo la disposizione cromatica.
E’ fatica! Ma iniziano a girare caffè, thè, dolci e panini che aiutano ad alleviare la stanchezza creando un’atmosfera conviviale.
Il lavoro procede veloce, ma il tempo sembra non passare mai. Ognuno vuole vedere il risultato di questa impresa iniziata qualche mese fa.
Finalmente è l’alba, si può ammirare il risultato illuminato dai primi raggi del sole. E’ un’anteprima di ciò che vedranno i turisti e i fedeli che arriveranno più tardi.

Il lavoro non è finito e non si può andare a riposare. Ci sono ancora gli altarini animati da finire e alcuni dettagli da sistemare.
E già gli altarini animati! Sono loro “gl spun’c” che fanno la grande differenza tra questa infiorata e le innumerevoli altre sparse in tutto il mondo. Animazioni suggestive che ti immergono in un sogno fatto di petali di fiori e interpretazioni d’autore. Tutto ciò è a Pescasseroli.

Condividi:
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.