Esercizi per attori

Da sempre il Teatro e  l’azione teatrale, più che lo spettacolo, è lo strumento principale dell’Uomo nella comprensione degli accadimenti.

A livello europeo ed internazionale il TEATRO è riconosciuto professionalmente come uno strumento utile e necessario nelle pratiche di resilienza – cura e ricostruzione della salus in occasione di programmi dedicati a supportare persone che hanno subito gravi traumi psicosociali derivati da situazioni di emergenza dovuti alla guerra o a catastrofi umanitarie. Il Teatro agisce in due direzioni: da una parte operando con le persone direttamente interessate dalle attività di sostegno, e dall’ altra facilitando la relazione fra stranieri e locali per una comunità solidale, moderna, condivisa.

Così questo spettacolo è la sintesi di un laboratorio di teatro “attuale”, cui hanno preso parte numerosi ragazzi migranti, ospiti del Cas Tre Fontane di Viterbo, insieme ad alcuni viterbesi, dedicato al tema della “salus”   dei profughi, migranti e richiedenti asilo. Di fatto, secondo la linea artistica di ARTESTUDIO, nella performance non c’è una storia, o racconto o comunicazione; si tratta semmai di un collage emozionale: bisogna pensare di trovarsi davanti ad una musica, ad un paesaggio, ad una combinazione di colori e non davanti alla spiegazione di qualcosa dove il teatro è l’esplicitazione di un testo. Un tipo di teatro, questo di ArteStudio, che ricorda più il teatro danza di Pina Bausch, piuttosto che le commedie di Goldoni e Pirandello. In scena, allora, un gioco semplice di sedie e pochi altri oggetti.

Per chi sa guardare, nel gioco scenico degli attori, quelle traversate silenziose dello spazio diventano barche, città nel deserto, intere guarnigioni di soldati, il Mediterraneo, e, intorno, è tutto un rincorrersi di storie misteriose che sono il racconto di un tempo difficile da comprendere e che ha bisogno di tutta la nostra immaginazione.

Con ESERCIZI PER ATTORI Vi invitiamo ad un incontro poetico, un intervallo, un semplice gioco dove partecipare affidandosi ai corpi di quelli sul palcoscenico, alle musiche, al movimento degli oggetti, per un vostro personale e avventuroso capitombolo in un posto segreto e misterioso che solo voi spettatori testimoni potete riconoscere.

ARTESTUDIO  progetto TEATROINFUGA18  insieme con Centro Accoglienza Straordinaria TRE FONTANE di Viterbo, in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato, presentano:

ESERCIZI PER ATTORI

Mercoledì 27 GIUGNO 2018 ore 18 Palazzo Papale di Viterbo, Sala Alessandro IV.

Performance teatrale a cura di MARCO PAPARELLA realizzata con gli ospiti, richiedenti asilo, del CAS Tre Fontane di Viterbo e con attori viterbesi e romani.

Direzione Artistica Riccardo Vannuccini.
Responsabile progetto CAS TRE FONTANE Mario David

Condividi:
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.